ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Affidamento condiviso dei figli in caso di separazione dei genitori
Legge 08.02.2006 n° 54 , G.U. 01.03.2006

In caso di separazione dei genitori, i figli saranno affidati come regola ad entrambi i genitori e, soltanto come eccezione, ad uno di essi quando in tal senso spinga l'interesse del minore e l'affidamento condiviso determini una situazione di pregiudizio per il minore stesso.

Con la Legge 8 febbraio 2006, n. 54 viene capovolto il sistema attuale in materia di affidamento in base al quale i figli sono affidati o all'uno o all'altro dei genitori secondo il prudente apprezzamento del presidente del tribunale o del giudice o secondo le intese raggiunte dai coniugi.

Le nuove norme attuano il principio della bigenitorialità; principio affermatosi da tempo negli ordinamenti europei e presente altresì nella Convenzione sui diritti del fanciullo sottoscritta a New York il 20 novembre 1989, e resa esecutiva in Italia con la legge n. 176 del 1991.

(Altalex, 2 marzo 2006. Cfr. eBook L'affido condiviso di Maria Elena Bagnato)






Affidamento dei figli | Affido condiviso

LEGGE 8 febbraio 2006, n.54

Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli.

(GU n. 50 del 1-3-2006)

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:

Art. 1.

(Modifiche al codice civile)

1. L’articolo 155 del codice civile è sostituito dal seguente:

«Art. 155. - (Provvedimenti riguardo ai figli) – Anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.
Per realizzare la finalità indicata dal primo comma, il giudice che pronuncia la separazione personale dei coniugi adotta i provvedimenti relativi alla prole con esclusivo riferimento all’interesse morale e materiale di essa. Valuta prioritariamente la possibilità che i figli minori restino affidati a entrambi i genitori oppure stabilisce a quale di essi i figli sono affidati, determina i tempi e le modalità della loro presenza presso ciascun genitore, fissando altresì la misura e il modo con cui ciascuno di essi deve contribuire al mantenimento, alla cura, all’istruzione e all’educazione dei figli. Prende atto, se non contrari all’interesse dei figli, degli accordi intervenuti tra i genitori. Adotta ogni altro provvedimento relativo alla prole.
La potestà genitoriale è esercitata da entrambi i genitori. Le decisioni di maggiore interesse per i figli relative all’istruzione, all’educazione e alla salute sono assunte di comune accordo tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli. In caso di disaccordo la decisione è rimessa al giudice. Limitatamente alle decisioni su questioni di ordinaria amministrazione, il giudice può stabilire che i genitori esercitino la potestà separatamente.
Salvo accordi diversi liberamente sottoscritti dalle parti, ciascuno dei genitori provvede al mantenimento dei figli in misura proporzionale al proprio reddito; il giudice stabilisce, ove necessario, la corresponsione di un assegno periodico al fine di realizzare il principio di proporzionalità, da determinare considerando:

1) le attuali esigenze del figlio;
2) il tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori;
3) i tempi di permanenza presso ciascun genitore;
4) le risorse economiche di entrambi i genitori;
5) la valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore.

L’assegno è automaticamente adeguato agli indici ISTAT in difetto di altro parametro indicato dalle parti o dal giudice.
Ove le informazioni di carattere economico fornite dai genitori non risultino sufficientemente documentate, il giudice dispone un accertamento della polizia tributaria sui redditi e sui beni oggetto della contestazione, anche se intestati a soggetti diversi».

2. Dopo l’articolo 155 del codice civile, come sostituito dal comma 1 del presente articolo, sono inseriti i seguenti:

«Art. 155-bis. - (Affidamento a un solo genitore e opposizione all’affidamento condiviso) – Il giudice può disporre l’affidamento dei figli ad uno solo dei genitori qualora ritenga con provvedimento motivato che l’affidamento all’altro sia contrario all’interesse del minore.
Ciascuno dei genitori può, in qualsiasi momento, chiedere l’affidamento esclusivo quando sussistono le condizioni indicate al primo comma. Il giudice, se accoglie la domanda, dispone l’affidamento esclusivo al genitore istante, facendo salvi, per quanto possibile, i diritti del minore previsti dal primo comma dell’articolo 155. Se la domanda risulta manifestamente infondata, il giudice può considerare il comportamento del genitore istante ai fini della determinazione dei provvedimenti da adottare nell’interesse dei figli, rimanendo ferma l’applicazione dell’articolo 96 del codice di procedura civile.

Art. 155-ter. - (Revisione delle disposizioni concernenti l’affidamento dei figli) – I genitori hanno diritto di chiedere in ogni tempo la revisione delle disposizioni concernenti l’affidamento dei figli, l’attribuzione dell’esercizio della potestà su di essi e delle eventuali disposizioni relative alla misura e alla modalità del contributo.

Art. 155-quater. – (Assegnazione della casa familiare e prescrizioni in tema di residenza) – Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli. Dell’assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l’eventuale titolo di proprietà. Il diritto al godimento della casa familiare viene meno nel caso che l’assegnatario non abiti o cessi di abitare stabilmente nella casa familiare o conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. Il provvedimento di assegnazione e quello di revoca sono trascrivibili e opponibili a terzi ai sensi dell’articolo 2643.
Nel caso in cui uno dei coniugi cambi la residenza o il domicilio, l’altro coniuge può chiedere, se il mutamento interferisce con le modalità dell’affidamento, la ridefinizione degli accordi o dei provvedimenti adottati, ivi compresi quelli economici.

Art. 155-quinquies. - (Disposizioni in favore dei figli maggiorenni) – Il giudice, valutate le circostanze, può disporre in favore dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente il pagamento di un assegno periodico. Tale assegno, salvo diversa determinazione del giudice, è versato direttamente all’avente diritto.
Ai figli maggiorenni portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, si applicano integralmente le disposizioni previste in favore dei figli minori.

Art. 155-sexies. - (Poteri del giudice e ascolto del minore) – Prima dell’emanazione, anche in via provvisoria, dei provvedimenti di cui all’articolo 155, il giudice può assumere, ad istanza di parte o d’ufficio, mezzi di prova. Il giudice dispone, inoltre, l’audizione del figlio minore che abbia compiuto gli anni dodici e anche di età inferiore ove capace di discernimento.
Qualora ne ravvisi l’opportunità, il giudice, sentite le parti e ottenuto il loro consenso, può rinviare l’adozione dei provvedimenti di cui all’articolo 155 per consentire che i coniugi, avvalendosi di esperti, tentino una mediazione per raggiungere un accordo, con particolare riferimento alla tutela dell’interesse morale e materiale dei figli».

Art. 2.

(Modifiche al codice di procedura civile)

1. Dopo il terzo comma dell’articolo 708 del codice di procedura civile, è aggiunto il seguente:

«Contro i provvedimenti di cui al terzo comma si può proporre reclamo con ricorso alla corte d’appello che si pronuncia in camera di consiglio. Il reclamo deve essere proposto nel termine perentorio di dieci giorni dalla notificazione del provvedimento».

2. Dopo l’articolo 709-bis del codice di procedura civile, è inserito il seguente:

«Art. 709-ter. - (Soluzione delle controversie e provvedimenti in caso di inadempienze o violazioni) – Per la soluzione delle controversie insorte tra i genitori in ordine all’esercizio della potestà genitoriale o delle modalità dell’affidamento è competente il giudice del procedimento in corso. Per i procedimenti di cui all’articolo 710 è competente il tribunale del luogo di residenza del minore.
A seguito del ricorso, il giudice convoca le parti e adotta i provvedimenti opportuni. In caso di gravi inadempienze o di atti che comunque arrechino pregiudizio al minore od ostacolino il corretto svolgimento delle modalità dell’affidamento, può modificare i provvedimenti in vigore e può, anche congiuntamente:

1) ammonire il genitore inadempiente;
2) disporre il risarcimento dei danni, a carico di uno dei genitori, nei confronti del minore;
3) disporre il risarcimento dei danni, a carico di uno dei genitori, nei confronti dell’altro;
4) condannare il genitore inadempiente al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria, da un minimo di 75 euro a un massimo di 5.000 euro a favore della Cassa delle ammende.

I provvedimenti assunti dal giudice del procedimento sono impugnabili nei modi ordinari».

Art. 3.

(Disposizioni penali)

1. In caso di violazione degli obblighi di natura economica si applica l’articolo 12-sexies della legge 1º dicembre 1970, n. 898.

Art. 4.

(Disposizioni finali)

1. Nei casi in cui il decreto di omologa dei patti di separazione consensuale, la sentenza di separazione giudiziale, di scioglimento, di annullamento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio sia già stata emessa alla data di entrata in vigore della presente legge, ciascuno dei genitori può richiedere, nei modi previsti dall’articolo 710 del codice di procedura civile o dall’articolo 9 della legge 1º dicembre 1970, n. 898, e successive modificazioni, l’applicazione delle disposizioni della presente legge.

2. Le disposizioni della presente legge si applicano anche in caso di scioglimento, di cessazione degli effetti civili o di nullità del matrimonio, nonché ai procedimenti relativi ai figli di genitori non coniugati.

Art. 5.

(Disposizione finanziaria)

1. Dall’attuazione della presente legge non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi' 8 febbraio 2006

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto, il Guardasigilli: Castelli

LAVORI PREPARATORI

Camera dei deputati (atto n. 66):
Presentato dall'on. Tarditi ed altri il 30 maggio 2001.
Assegnato alla II commissione (Giustizia), in sede referente, il 18 settembre 2001 con pareri delle commissioni I, V, XII.
Esaminato dalla II commissione, in sede referente, il 13 novembre 2001; il 4, 10, 17, 24 luglio 2002; 22 gennaio 2003; 23 luglio 2003; 3, 17 dicembre 2003; 14 gennaio 2004;
11 febbraio 2004; 24 marzo 2004; 7 aprile 2004; 19, 26 maggio 2004; il 16 giugno 2004; 14, 21, 27, 29 luglio 2004;il 15 settembre 2004; l'1, 2, 8 febbraio 2005.
Esaminato in aula il 10 marzo 2005 e approvato il 7 luglio 2005 in un Testo unificato con atti n. 453 (on.
Cento); n. 643 (on. Lucchese ed altri); n. 1268 (on.
Trantino); n. 1558 (on. Vitali ed altri); n. 2233 (on.
Lucidi ed altri); n. 2344 (on. Mussolini ed altri); n. 2576 (on. Mantini ed altri); n. 4027 (on. Di Teodoro); n. 4068 (on. Mazzuca).
Senato della Repubblica (atto n. 3537):
Assegnato alle commissioni riunite 2ª (Giustizia) e commissione speciale in materia d'infanzia e di minori, in sede deliberante, il 15 luglio 2005 con pareri delle commissioni 1ª e 5ª.
Esaminato dalle commissioni riunite 2ª e commissione speciale in materia d'infanzia e di minori, in sede deliberante, il 30 novembre 2005; il 14, 20 dicembre 2005;
il 17, 18 gennaio 2006 ed approvato il 24 gennaio 2006.



COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Codice Civile (Codice civile , agg. al 15.10.2014)

Famiglia di fatto (AltalexPedia, voce agg. al 28.06.2014 (Giuseppina Vassallo) )

Riconoscimento del figlio: l'azione di impugnazione ex D.Lgs. n. 154/2013 (Articolo 05.04.2014 (Giuseppina Vassallo) )

Non paga l'assegno di mantenimento? Ecco quando scatta il carcere (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 05.11.2013 n° 44629 (Simone Marani) )

Assegno di mantenimento, ex coniuge, omissione, figli, conseguenze, reato (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 05.11.2013 n° 44629 )

Separazione, addebito, minori, affidamento, mantenimento, tenore di vita (Cassazione civile , sez. I, sentenza 10.07.2013 n° 17089 )

Separazione, mantenimento, assegno, omissione, sanzioni (Cassazione penale , SS.UU., sentenza 31.05.2013 n° 23866 )

Affidamento esclusivo dei figli come ipotesi residuale (Articolo 10.05.2013 (Matteo Santini) )

Dei procedimenti speciali - Procedimenti in materia di famiglia e stato delle persone (Codice di procedura civile , Libro IV, Titolo II, agg. al 19.03.2013)

L’affidamento condiviso non è negoziabile dai genitori (Tribunale Varese, sez. I, ordinanza 21.01.2013 (Giuseppina Vassallo) )

Ancora sul reato di mancato versamento dell’assegno di mantenimento (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 07.12.2012 n° 47652 (Paolo Pandimiglio) )

Affido condiviso, figli minori, interesse, genitori, conflitto, irrilevanza (Cassazione civile , sez. I, sentenza 03.12.2012 n° 21591 )

Inadempienze nel mantenimento: ampia applicazione dell'art. 709ter cpc (Tribunale Catania, sez. I civile, sentenza 23.11.2012 (Giuseppina Vassallo) )

Affido condiviso (AltalexPedia, voce agg. al 16.11.2012 (Maria Elena Bagnato) )

Elemento soggettivo nel reato di mancata corresponsione assegno mantenimento (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 09.11.2012 n° 43527 (Angela Calaluna) )

Coniugi, mantenimento, assegno, inadempimento, elemento soggettivo (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 09.11.2012 n° 43527 )

Pacchetto promo volumi "Diritto di Famiglia" (segnalazione del 17.07.2012)

Processo di separazione e divorzio (Libro , segnalazione del 25.06.2012 (Giuseppe De Marzo) )

Codice della famiglia e dei minori (Libro , segnalazione del 12.06.2012)

eBook ''L'assegno di mantenimento in giurisprudenza'' (eBook , segnalazione del 16.05.2012 (Filippo Di Camillo) )

Danni endofamiliari. Casi, quesiti, soluzioni (Libro , segnalazione del 11.05.2012 (Domenico Chindemi, Giorgia Cecchini) )

Separazione, figli, affidamento condiviso, genitori, conflittualità, condizioni (Cassazione civile , sez. I, sentenza 29.03.2012 n° 5108 )

Ebook ''Figli naturali e famiglia di fatto'' (eBook , segnalazione del 13.12.2011 (Giuseppina Vassallo) )

Affido condiviso: adesione ai principi della l.54/2006 sotto i profili civile e penale (Articolo 07.11.2011 (Marino Maglietta) )

Obbligo mantenimento coniuge, violazione, sanzione penale (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 06.10.2011 n° 36263 )

Rapporto padre-figlio compromesso? L’ex moglie deve risarcire il danno morale (Tribunale Roma, sez. I civile, sentenza 13.09.2011 (Cesira Cruciani) )

Negato l’affido condiviso se il genitore è troppo litigioso (Cassazione civile , sez. I, sentenza 11.08.2011 n° 17191 (Maria Elena Bagnato) )

DDL affido condiviso bis: preoccupazioni e risposte (Articolo 27.04.2011 (Marino Maglietta, Matteo Santini) )

Mediazione civile e mediazione familiare: culture a confronto (Articolo 16.02.2011 (Mauro Giarrizzo) )

L'assegno di divorzio aumenta se variano le condizioni dell’obbligato (Cassazione civile , sez. I, sentenza 10.01.2011 n° 367 (Simone Marani) )

L'affido condiviso è irretroattivo se i minori sono stati affidati ai nonni (Cassazione civile , sez. I, sentenza 10.12.2010 n° 24996 (Maria Elena Bagnato) )

Affidamento condiviso con genitore all’estero (Cassazione civile , sez. VI, ordinanza 02.12.2010 n° 24526 (Domenico Prosciutto) )

Figli nati fuori dal matrimonio, mantenimento, contributo, determinazione (Cassazione civile , sez. I, sentenza 04.11.2010 n° 22502 )

Filiazione naturale e assegno di mantenimento (Cassazione civile , sez. I, sentenza 04.11.2010 n° 22502 (Rosita Ponticiello) )

La dimora dei figli minori va sempre comunicata all’ex marito (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 16.09.2010 n° 33719 (Cesira Cruciani) )

Tentata costrizione al riconoscere lo stato di grave invalidità e concussione (Cassazione penale , sez. VI, sentenza 03.06.2010 n° 20792 (Simone Marani) )

L'affido condiviso (eBook , segnalazione del 12.04.2010 (Maria Elena Bagnato) )

Il figlio può abitare nella casa coniugale fino all’indipendenza economica (Cassazione civile , sez. I, sentenza 22.03.2010 n° 6861 (Clorinda Di Franco) )

La mediazione familiare: strumento per l’applicazione dell’affidamento condiviso (Tribunale Lamezia Terme, sez. civile, ordinanza 11.03.2010 (Sonia Chiaravalloti) )

Sulla competenza in materia di provvedimenti economici in favore dei figli naturali (Corte Costituzionale , sentenza 05.03.2010 n° 82 (Cesare Boccio) )

Il divorzio in Italia tra coniugi cinesi (Articolo 15.01.2010 (Alfonso Marra) )

Niente affido condiviso se il padre omette il contributo mensile di mantenimento (Cassazione civile , sez. I, sentenza 17.12.2009 n° 26587 (Clorinda Di Franco) )

Affido condiviso, figli naturali, figli legittimi, medesima tutela (Cassazione civile , sez. I, sentenza 04.11.2009 n° 23411 )

Affido condiviso, figli naturali equiparati a quelli legittimi (Cassazione civile , sez. I, sentenza 30.10.2009 n° 23032 )

Diritto di “parola” ai figli contesi da genitori separati (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 21.10.2009 n° 22238 (Manuela Rinaldi) )

Separazione tra coniugi e intervento dei nonni (Cassazione civile , sez. I, sentenza 16.10.2009 n° 22081 (Clorinda Di Franco) )

Sull'intervento dei nonni nel giudizio di separazione (Cassazione civile , sez. I, sentenza 16.10.2009 n° 22081 (Giuseppe Buffone) )

Nullità del matrimonio per immaturità del coniuge e delibazione della sentenza ecclesiastica (Cassazione civile , sez. I, sentenza 15.09.2009 n° 19808 (Angela Chiacchio) )

Affido condiviso, diritto di visita del padre ed ingerenze dei suoceri (Cassazione civile , sez. I, sentenza 22.05.2009 n° 11922 (Mariagabriella Corbi) )

Assegno di mantenimento: rileva anche il lavoro domestico a favore dei figli (Cassazione civile , sez. I, sentenza 22.05.2009 n° 11903 (Mariagabriella Corbi) )

Figli condivisi o ancora contesi? (Articolo 27.04.2009 (Marina Florio) )

Condizioni ostative all'affidamento condiviso (Articolo 06.04.2009 (Matteo Santini) )

Problematiche interpretative e applicative della legge n. 54/2006 (Articolo 02.02.2009 (Piero Calabrò) )

I criteri di quantificazione dell’assegno per il coniuge e i figli (Articolo 17.11.2008 (Piero Calabrò) )

La revoca dell’assegnazione della casa coniugale e l’interesse del minore (Corte Costituzionale , sentenza 30.07.2008 n° 308 (Vincenzo Galatro) )

Affido condiviso, conflitto tra genitori, sussistenza, regola (Cassazione civile , sez. I, sentenza 19.06.2008 n° 16593 )

Affidamento esclusivo della prole solo in casi eccezionali (Cassazione civile , sez. I, sentenza 19.06.2008 n° 16593 (Clorinda Di Franco) )

Affido condiviso, regola, eccezione, interesse del minore, precisazioni (Tribunale dei minorenni di Catanzaro, decreto 27.05.2008)

No all’affido condiviso se il padre è razzista (con drogati ed omosessuali) (Tribunale dei minorenni di Catanzaro, decreto 27.05.2008 (Giuseppe Buffone) )

Papà on-line e diritto di visita del minore (Tribunale Nicosia, decreto 22.04.2008)

Separazione e divorzio, affidamento dei figli, affidamento congiunto, esclusione (Tribunale Nicosia, decreto 22.04.2008)

Assegnazione della casa familiare e convivenza "more uxorio" del genitore affidatario (Cassazione civile , sez. I, sentenza 16.04.2008 n° 9995 (Antonella Crisafulli) )

Genitore collocatario: vietato frapporre ostacoli al diritto di visita del padre (Tribunale Napoli, sez. I civile, ordinanza 11.03.2008 (Gennaro Lezzi) )

Assegnazione della casa familiare in assenza di figli: i poteri del giudice (Cassazione civile , sez. I, sentenza 18.02.2008 n° 3934 (Vincenzo Galatro) )

Assegnazione della casa familiare in luogo dell'assegno di mantenimento (Cassazione civile , sez. I, sentenza 23.11.2007 n° 24407 (Antonella Crisafulli) )

Danni endofamiliari: art. 709 ter cpc e danni prettamente patrimoniali fra congiunti (Articolo 22.10.2007 (Giuseppe Cassano) )

L’affidamento dei minori a terzi dopo la riforma sull’affido condiviso (Articolo 01.10.2007 (Walter Giacardi) )

Legge sull'affido condiviso: profili processuali (Articolo 11.06.2007 (Piero Calabrò) )

Separazione, incapacità manifesta dei genitori di educare ed istruire (Tribunale Genova, sez. IV, sentenza 24.05.2007 )

Lite temeraria e risarcimento danni (Articolo e Ilaria Pulice 16.04.2007 (Marianna Pulice) )

Affido condiviso: sulla competenza del tribunale per i minorenni (Cassazione civile , sez. I, ordinanza 03.04.2007 n° 8362 (Cristina Ravera) )

Affidamento e mantenimento dei figli naturali dopo la legge n. 54/2006 (Cassazione civile , sez. I, ordinanza 03.04.2007 n° 8362 (Ilaria Di Punzio) )

In assenza di figli esclusa l’assegnazione della casa familiare (Cassazione civile , sez. I, sentenza 22.03.2007 n° 6979 (Clorinda Di Franco) )

Affidamento condiviso, affidamento congiunto, differenze, corollari applicativi (Tribunale Messina, sentenza 20.03.2007 n° 597 )

L'assegnazione della casa coniugale in caso di separazione dopo la L. 54/2006 (Articolo 14.03.2007 (Matteo Santini) )

Mantenimento del figlio maggiorenne non autosufficiente ed affido condiviso (Tribunale Marsala, sentenza 26.02.2007)

Sul diritto di visita dei nonni (Tribunale Napoli, sez. I, ordinanza 01.02.2007 (Gennaro Lezzi) )

L’affidamento congiunto (Articolo 22.12.2006 (Matteo Santini) )

No al mantenimento del figlio maggiorenne che rifiuta il lavoro proposto dal padre (Cassazione civile , sez. I, sentenza 06.11.2006 n° 23673 (Clorinda Di Franco) )

La prostituzione non sempre giustifica l’addebito della separazione (Cassazione civile , sez. I, sentenza 19.09.2006 n° 20256 )

Affidamento congiunto ed assegno di mantenimento dei figli (Cassazione civile , sez. I, sentenza 18.08.2006 n° 18187 (Luisa D'Alessio) )

Affidamento congiunto ed assegno di mantenimento dei figli (Cassazione civile , sez. I, sentenza 18.08.2006 n° 18187 (Cristina Ravera) )

Affido condiviso: potestà genitoriale e competenza del tribunale dei minorenni (Tribunale Monza, sentenza 29.06.2006)

La nuova legge sull'affido condiviso (Articolo di Marcello Bergonzi Perrone 10.06.2006)

Punitive Damages o Ristoro ''made in Italy'' (Articolo 31.03.2006 (Giuseppe Buffone) )

Il nuovo affido condiviso, risvolti pratici (Articolo 03.03.2006 (Selene Pascasi) )

Anche l'Italia rientra in Europa con la nuova legge sull'affido condiviso (Articolo 03.03.2006 (Pierangela Dagna) )

Affidamento condiviso dei figli: l'opinione della Camera Minorile di Milano (Camera Minorile di Milano, comunicato stampa 26.01.2006)

Allontanamento della moglie a causa della suocera. Affidamento congiunto (Cassazione civile , sez. I, sentenza 20.01.2006 n° 1202 (Giuseppe Buffone) )

Mancato affidamento del figlio per comportamento apprensivo della madre (Cassazione civile , sez. I, sentenza 16.01.2003 n° 559 )

Altalex eBook - Collana "Famiglia'' (Collana diretta da Giuseppe De Marzo )


16 correzioni personalizzate di pareri e atti + 8 lezioni in "aula virtuale"

Giunto alla XI edizione, il corso on-line diretto per Altalex da Paolo Franceschetti, è mirato all’acquisizione del metodo e delle conoscenze necessarie a superare l'Esame Avvocato e quest'anno si pres ...

Segnalazioni Editoriali
Il Testo Unico sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza (Sconto 25%) Raffaele Guariniello 70,00 € 56,00
IPSOA INDICITALIA — Anno 2014
L’applicazione del T.U. Sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi - professionista, rspp, as...

Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità codice della strada codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale gazzetta ufficiale geografia giudiziaria giudice di pace giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita occupazione abusiva oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico Processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero semplificazione fiscale sentenza franzese sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione Usura