ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Processo tributario, trattazione, controparte, avviso, omissione, nullità
Cassazione civile , sez. VI-T, ordinanza 25.02.2013 n° 4712

In tema di contenzioso tributario, poiché l'art. 33 del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546, prevede che la trattazione della controversia avvenga in pubblica udienza su istanza di almeno una delle parti da notificare alle altre partì costituite, la discussione, avvenuta senza la notifica dell'apposita istanza alla controparte, determina non una mera irregolarità del procedimento, bensì una vera e propria lesione del diritto di difesa del litigante non avvisato e assente, che comporta la nullità dell'udienza dì discussione - tenuta senza la rituale partecipazione di uno dei soggetti interessati - nonché della sentenza e di ogni altro atto conseguente.

A nulla rileva che la costituzione della controparte sia tardiva ai sensi degli artt. 23 e 54 D.Lgs. n. 546/1992, in quanto la costituzione della parte resistente oltre il termine di sessanta giorni fissato dall'art. 23 del D.Lgs. n. 546 del 1992 per il giudizio innanzi la commissione tributaria provinciale e dall'art. 54 per il giudizio innanzi alla commissione tributaria regionale, non comporta la legittima esclusione della parte stessa dal numero dei destinatari dell'avviso di trattazione previsto dall'art. 31, co. 1, dello stesso decreto, salvo il caso in cui la costituzione sia avvenuta in un momento successivo a quello nel quale il predetto avviso sia già stato inoltrato.

(*) Riferimenti normativi: artt. 23, 31, co. 1, 33 e 54, D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546.

(Fonte: Massimario.it - 11/2013)






SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE VI – T CIVILE

Ordinanza 17 gennaio - 25 febbraio 2013, n. 4712

(Presidente Cicala – Relatore Di Blasi)

Fatto e diritto

«La sig.ra (...) ricorre contro l’Agenzia delle Entrate per la cassazione della sentenza con cui la Commissione Tributaria Regionale della Puglia, riformando la sentenza di primo grado, ha dichiarato legittimi gli atti impositivi (avviso di rettifica parziale IVA 1996 e avviso di irrogazione delle relative sanzioni) emessi dall'Ufficio nei confronti dei suo dante causa, sig. (...).

L’Agenzia delle entrate non si è costituita.

Il ricorso si fonda su tre motivi, con i quali si censura, sotto diversi profili (e, in primis, per violazione degli artt. 31 e 61 D.Lgs.vo 546792), l’error in procedendo in cui la Commissione Tributaria Regionale è incorsa omettendo di dare avviso dell'udienza di trattazione dell’appello alla sig.ra (...) costituitasi nel giudizio di secondo grado quale erede di (...) (nei confronti del quale ultimo era stata pronunciata la sentenza di primo grado).

Il ricorso è manifestamente fondato.

Dagli esami del fascicolo di merito, consentito per la natura del vizio denunciata, emerge che la sig.ra (...) costituì in secondo grado quale erede di (...) ministero del dottore commercialista (...) (già difensore di (...) nel giudizio di prime cure), depositando un atto di controdeduzioni in data 28.3.2008 (vedi la ricevuta rifascicolata dalla Commissione Tributaria Regionale con il numero S-4179/08); nonostante ciò, alla stessa (...) non fu comunicato alcun avviso di trattazione dell'appello (che l’appellante Agenzia aveva chiesto avvenisse - e che in effetti avvenne, come si evince dal relativo verbale - in pubblica udienza). Negli atti del fascicolo di secondo grado, infatti, è presente solo l'avviso di trattazione dell'appello, per l'udienza del 21.9.09, indirizzato all'appellante Agenzia delle entrate; del resto, che la costituzione della sig.ra (...) sia stata ignorata dalla Commissione Tributaria Regionale risulta dal rilievo che nella sentenza da questa emessa, e qui gravata, la parte privata e indicata ancora come "...".

Deve quindi dichiararsi la nullità della sentenza gravata (vedi, da ultimo, Cass. 27162/11: "In tema di contenzioso tributario, poiché l'art. 33 del dlgs. 31 dicembre 1992, n. 546, prevede che la trattazione della controversia avvenga in pubblica udienza su istanza di almeno una delle parti da notificare alle altre partì costituite, la discussione, avvenuta senza la notifica dell'apposita istanza alla controparte, determina non una mera irregolarità del procedimento, bensì una vera e propria lesione del diritto di difesa del litigante non avvisato e assente, che comporta la nullità dell'udienza dì discussione - tenuta senza la rituale partecipazione di uno dei soggetti interessati - nonché della sentenza e di ogni altro atto conseguente"). Al riguardo giova precisare che a nulla rileva che la costituzione della (...) fosse tardiva ai sensi degli articoli 23 e 54 D.Lgs. n. 546/92 - in quanto avvenuta in data (23.3.2008, come già precisato) posteriore al decorso del sessantesimo giorno dalla notifica dell’'appello dell'Ufficio (avvenuta il 17.2.06) - avendo questa Corte chiarito che "In tema di contenzioso tributario, la costituzione della parte resistente oltre il termine di sessanta giorni fissato dall'art. 23 del d.lgs. n. 546 del 1992 per il giudizio innanzi la commissione tributaria provinciale e dall'art. 54 del medesimo decreto per il giudizio innanzi alla commissione tributaria regionale, non comporta la legittima esclusione della parte stessa dal numero dei destinatari dell'avviso di trattazione previsto dall'art. 31, comma primo, dlgs. n. 546 del 1992, salvo il caso in cui la costituzione sia avvenuta in un momento successivo a quello nel quale il predetto avviso sia già stato inoltrato. L'omissione dell'avviso di trattazione alla parte che si sia costituita in giudizio tardivamente ma prima che tale avviso sia inoltrato, comporta la nullità del procedimento e della sentenza che sia stata eventualmente pronunciata, per violazione del diritto fondamentale alla difesa e dell'inderogabile principio del contraddittorio" (sent. 21059/07).

Si propone quindi l'accoglimento del ricorso e la cassazione con rinvio della sentenza gravata.».

che l'Agenzia delle entrate non è costituita;

che la relazione è stata comunicata al Pubblico Ministero e notificata alla ricorrente;

che non sono state depositate memorie difensive.

Considerato che il Collegio, a seguito della discussione in camera di consiglio, condivide la proposta del relatore;

che pertanto, riaffermati i principi sopra richiamati, il ricorso va accolto e la sentenza gravata va cassata, con rinvio alla Commissione Tributaria Regionale, in altra composizione, che rinnoverà il giudizio di secondo grado.

P.Q.M.

Accoglie il ricorso, cassa la sentenza gravata e rinvia alla Commissione Tributaria Regionale della Puglia, in altra composizione, che rinnoverà il giudizio di secondo grado e regolerà anche le spese del giudizio di cassazione.


Lavoro - Formulario commentato
M. Arturo, R. Pierluigi, F. Luca, R. Roberto, B. Massimo
130,00
€ 117,00
Società di persone - Società di capitali - Cooperative - Consorzi - Start Up
IPSOA 2014

COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Promo Volumi ''Processo Tributario'': Codice + Manuale (Pacchetto promo, segnalazione del 23.03.2013)

Notifica diretta per posta fatta da Equitalia è inesistente (Articolo 25.02.2013 (Idalisa Lamorgese, Maurizio Villani) )

Mediazione tributaria: sollevata questione di legittimità costituzionale (Commissione Tributaria Provinciale Perugia, ordinanza 07.02.2013 n° 18 (Alessandra Rizzelli, Maurizio Villani) )

L’accertamento ''lungo'' non è ammesso per l’IVA (Commissione Tributaria Provinciale Lecce, sentenza 14.09.2012 n° 426 (Matteo Sances) )


8 moduli con difficoltà crescente - Accreditato 8 ore CNF

Il corso si articolerà in otto units con difficoltà crescente. Le prime tre ore saranno di livello basic, le successive tre ore saranno di livello intermedio, le ultime due di livello avanzato. Le lezioni ...

Studio legale associato avv. Roberto Bertolo e avv. Maria Grazia Rodari

Lo studio è attivo dal 1980 e si occupa di diritto penale, amministrativo, fallimentare, bancario, condominiale. esecuzioni, diritti reali, famiglia, minorile. L'avv. Rodari è mediatore familiare iscritto ad AIMeF.


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità Codice della Strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale gazzetta ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione Riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review Stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione usura