ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Obbligo di indossare le cinture di sicurezza, auto ferma in fila per il parcheggio
Cassazione civile , sez. II, sentenza 23.04.2007 n° 9674

Codice della strada – obbligo di indossare le cinture di sicurezza – auto ferma in fila per il parcheggio – insussistenza [art. 172 C.d.S.]

Se l’auto è ferma in fila per il parcheggio non è obbligatorio indossare la cintura di sicurezza.

(Fonte: Altalex Massimario. Cfr. nota di Tiziana Cantarella)






SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE II CIVILE

Sentenza 23 aprile 2007, n. 9674

sul ricorso proposto da:

C.S., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA FORNACI N. 38, presso lo studio dell'avocato Raffaele Alberici, che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato Alfonso Celli, giusta mandato a margine del ricorso;

- ricorrente -

contro

COMUNE DI CESENA;

- intimato -

avverso la sentenza n. 470/04 del Giudice di pace di CESENA del 21/06/04, depositata il 15/07/04;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 23/02/07 dal Presidente e Relatore Dr. Giovanni SETTIMJ;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. Pasquale Paolo Maria CICCOLO che ha concluso per il rigetto del ricorso.

Oggetto: opposizione a sanzione amministrativa; uso delle cinture di sicurezza, limiti.

FATTO E DIRITTO

Stefano Ceci impugna per cassazione la sentenza 21.6.04 con la quale il GdP di Cesena ne ha respinto l'opposizione proposta avverso il verbale di contestazione per infrazione all'art. 172 CdS (mancato uso cintura sicurezza) n 6565 redatto nei suoi confronti dalla polizia municipale del luogo il 9.2.04.

Parte intimata non svolge attività difensiva.

Con il primo motivo, il ricorrente – denunziando violazione degli artt. 157 e 152 CdS - si duole che il giudice a quo non abbia considerato la situazione nella quale egli sfera trovato al momento della pretesa rilevata infrazione – id est nella fila formata da più autovetture in attesa di poter accedere ad un parcheggio quando vi si fossero liberati dei posti - estranea alla previsione della norma, dalla quale è fatto espresso riferimento alla situazione di marcia dei veicoli e non a quella di sosta o fermata che, pur rientrando nel concetto di circolazione, non può essere ricondotta anche a quello di veicolo in movimento, proprio della marcia.

Il motivo appare manifestamente fondato, posto che il giudice a quo ha confermato in sentenza che, al momento dell'accertamento della pretesa violazione, il veicolo era fermo.

Ora, la norma in discussione, posta a tutela della sicurezza degli occupanti del veicolo in previsione d'eventuale collisione od uscita di strada o brusca frenata od altri eventi comunque tali da determinare un repentino spostamento del corpo dei detti occupanti ed un urto dello stesso all'interno della vettura od una fuoriuscita dall'abitacolo, ha la sua ratio nel prefigurare situazioni nelle quali il movimento del veicolo nel quale si trovano i soggetti tutelandi, od anche di altri veicoli circolanti, possa determinare gli eventi alla cui prevenzione è intesa.

Allorché la situazione sia tale da escludere che tali eventi possano verificarsi - come nella specie, laddove il veicolo si trovava fermo in fila con altri veicoli in attesa d'accedere ad un parcheggio quando vi si fossero resi disponibili i posti necessari, quindi né in moto continuo sia pur lento né con sollecite riprese della marcia, né, ancora, in presenza d'altri veicoli in marcia che potessero determinare un urto pericoloso – la norma stessa non può trovare applicazione, non ricorrendone i presupposti oggettivi voluti dalla sua ratio interpretata secondo logica.

Il ricorso va, dunque, accolto e l'impugnata sentenza va annullata, peraltro senza rinvio potendo questa Corte decidere nel merito, allo stato degli atti, non necessitando ulteriori accertamenti, con l’accoglimento dell'originaria opposizione.

Le spese, liquidate come in dispositivo, seguono la soccombenza per entrambe le fasi del giudizio.

P.Q.M.

LA CORTE

Accoglie il ricorso, cassa l'impugnata sentenza e, decidendo nel merito, accoglie l'originaria opposizione ed annulla il provvedimento impugnato; condanna il Comune di Cesena alle spese dei giudizi di merito e di legittimità che liquida, rispettivamente, in € 100,00 per esborsi ed € 600,00 per diritti ed onorari, quanto al primo, ed in € 100,00 per esborsi ed € 400,00 per onorari, quanto al secondo, oltre accessori di legge.

Così deciso in Camera di Consiglio il 23.02.2007.

Depositato in Cancelleria il 23 aprile 2007.


GIUSEPPE TIZZONI

diritto del lavoro e della previdenza sociale - contrattualistica di impresa


COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Incidente stradale, concorso colposo, cintura di sicurezza, sussistenza (Cassazione civile , sez. III, sentenza 28.05.2009 n° 12547 )

Terzo trasportato, incidente, azione, assicurazione (Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 06.04.2009 )

Incidente stradale, guida in stato di ebbrezza, prova, prelievo ematico (Cassazione penale , sez. IV, sentenza 28.01.2009 n° 4118 )

Incidente stradale, cintura di sicurezza, omissione, conseguenze (Tribunale Chieti, sentenza 12.01.2009 n° 21 )

Mancato uso delle cinture: niente multa a chi è fermo in fila per parcheggio (Cassazione civile , sez. II, sentenza 23.04.2007 n° 9674 (Tiziana Cantarella) )


8 moduli con difficoltà crescente - Accreditato 8 ore CNF

Il corso si articolerà in otto units con difficoltà crescente. Le prime tre ore saranno di livello basic, le successive tre ore saranno di livello intermedio, le ultime due di livello avanzato. Le lezioni ...

Segnalazioni Editoriali
Danno da vacanza rovinata. Strumenti di tutela per il turista-consumatore (Sconto 10%) Prof. Avv. Alessandro Ferretti € 22,00 € 19,80
L’opera analizza alcuni istituti giuridici fondamentali del diritto del turismo, in modo da fornire un quadro di insieme delle regole e della discipli...

Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità Codice della Strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto Inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione Riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review Stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione usura