ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Inversione dell'onere della prova e contestazione specifica
Tribunale Catanzaro, sez. II civile, ordinanza 29.09.2009 (Solange Manfredi)
Quando, ex articolo 115 c.p.c, una contestazione può dirsi specifica?





Inversione dell'onere della prova e contestazione specifica

(Trib. Catanzaro, sez II civile, ord. 29.9.2009)

di Solange Manfredi

(Fonte: Altalex Mese - Schede di Giurisprudenza 12/2009)

Il quesito:

  • Quando, ex articolo 115 c.p.c, una contestazione può dirsi specifica?

Il caso

Con ricorso ex art. 700 c.c. la società Alfa lamentava l'illeicità e/o erroneità del protesto levato nei suoi confronti per il mancato pagamento di una cambiale deducendo di averne ordinato alla banca domiciliataria il pagamento che, invece, mandava in pagamento la cambiale del mese successivo.

La ricorrente quindi, allegati i pregiudizi subiti a causa del suddetto protesto chiedeva in via d'urgenza la cancellazione del proprio nominativo dal registro dei protesti della CCIAA.

Si costituiva la Banca lamentando l'infondatezza nel merito della pretesa cautelare del ricorrente.

La normativa

Codice di procedura civile

Art. 115 (Disponibilita' delle prove)

Salvi i casi previsti dalla legge, il giudice deve porre a fondamento della decisione le prove proposte dalle parti o dal pubblico ministero nonché i fatti non specificatamente contestati dalla parte costituita.

Il giudice può tuttavia, senza bisogno di prova, porre a fondamento della decisione le nozioni di fatto che rientrano nella comune esperienza.

Sintesi della questione

Nella sua nuova formulazione, introdotta dalla Legge 69/2009, l'art. 115 c.p.c. introduce il principio della contestazione specifica dei fatti addotti da parte avversa.

Ciò comporta che la parte non può più limitarsi, come accadeva in precedenza, a negare in maniera generica i fatti affermati dalla controparte (..impugnato e contestato la domanda formulata dalla controparte perché infondata in fatto ed in diritto”), ma deve contrastarli in maniera specifica. E' specifica una contestazione che contrasta il fatto avverso con un altro fatto diverso o logicamente incompatibile oppure con una difesa che appare seria per la puntualità dei riferimenti richiamati.

E' bene precisare che il principio della contestazione specifica non implica inversione dell’onere della prova. Infatti, l’onere di cui all’art. 115 c.p.c. non è onere probatorio, ma onere di allegazione, ovvero onere di indicare altri ed ulteriori fatti positivi che siano con essi incompatibili.

Decisione del Tribunale

Il giudice preliminarmente sottolinea il principio per il quale: la levata di protesto di cambiale è illegittima ogniqualvolta il mancato pagamento al portatore del titolo sia dipeso dal fatto colposo di un soggetto terzo rispetto al debitore traente.

Nel caso in esame risulta dimostrato che la società Alfa aveva impartito alla banca domiciliataria l'ordine di pagamento della cambiale successivamente protestata.

Devono, invece, ritenersi del tutto generiche le contestazioni del Banco …, che si limita a contestare alla ricorrente la mancata prova:

  1. che il numero di fax cui è stata spedito l’ordine di pagamento fosse effettivamente quello dell’ufficio cassa cambiali del Banco …;
  2. della natura del contratto in forza del quale la Banca avesse l’obbligo di pagare la cambiale;
  3. della capienza del conto corrente della Z al momento dell’ordine di pagamento.

La genericità è evidente posto che sarebbe stato onere dell’istituto di credito:

  1. indicare il reale numero di fax dell’ufficio cambiali;
  2. indicare la natura il contratto o i contratti che legano il Banco alla Z;
  3. indicare l’effettiva somma esistente sul conto corrente della Z al momento del pagamento.

E' di per sé evidente come nel caso di specie il Banco … fosse perfettamente in grado non solo di offrire una contestazione specifica dei fatti allegati dall’odierno ricorrente, ma addirittura di provare documentalmente fatti in contrasto con la tesi difensiva della Z.

Di contro, la Z ha debitamente dimostrato la propria diligenza nell’accertamento del buon fine dell’ordine di pagamento.

Per tali ragioni, la levata di protesto ed il mancato pagamento della cambiale con scadenza 16 luglio 2009 deve ritenersi imputabile alla colposa condotta del Banco …

Quanto al periculum in mora, lo stesso si evidenzia nella circostanza che la ricorrente svolge attività imprenditoriale, e che tale attività verrebbe a subire un pregiudizio irreparabile, in quanto il mantenimento del nominativo della Z nel registro protesti, oltre ad inibire il normale sviluppo delle relazioni con il mondo bancario e finanziario, atteso il sospetto che investe la persona il cui nominativo sia stato ivi inserito, determina anche un pregiudizio a carattere non patrimoniale, minando il buon nome, la credibilità e l’immagine, commerciale e non, del soggetto illegittimamente iscritto.

Sussistono quindi i presupposti per la concessione della richiesta tutela d’urgenza, con la conseguenza che deve ordinarsi l’immediata cancellazione dal registro dei protesti.

Per il principio di soccombenza, valevole anche in sede cautelare, il Banco … deve essere condannato alla spese del presente giudizio cautelare.



COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Prova civile (Mappa agg. al 05.06.2010)

La testimonianza scritta (eBook , segnalazione del 04.05.2010 (Fabiola Rizzo) )

Sulla necessaria contestazione specifica dei fatti addoti dalla controparte (Tribunale Catanzaro, sez. II civile, ordinanza 29.09.2009 (Giuseppe Buffone) )

Collegato Competitività: in Gazzetta la riforma del processo civile (Legge 18.06.2009 n° 69 , G.U. 19.06.2009 )


32 moduli didattici e 10 correzioni personalizzate

Diretto dal Cons. Antonio Massimo Marra e dall'Avv. Francesco Carlo Milanesi, il corso mira a fornire una preparazione bilanciata delle varie materie oggetto di prova scritta del concorso per Commissario di Poliza (ved ...

Avv.Gallesi Sonia

Diritto dei trasporti, Diritto del lavoro, contrattualistica, Diritto di famiglia e Minorile


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso Agenzia delle Entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri codice della strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva Italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli Equitalia esame esame avvocato Esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto Inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria milleproroghe ne bis in idem ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma forense riforma fornero sentenza Franzese sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali usucapione usura