ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Il codice del processo amministrativo in Gazzetta Ufficiale
Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 (Manuela Rinaldi)

Processo davanti ai Tribunali Amministrativi regionali e Consiglio di Stato: nuove norme in vigore a partire dal 16 settembre 2010.

Lo prevede il Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 7 luglio 2010, n. 156 che codifica il processo amministrativo, in attuazione della delega conferita dalla Legge 18 giugno 2009, n. 69 (articolo 44) al Governo.

Il nuovo Codice per le controversie amministrative ha recepito le indicazioni (contenute, appunto, nella Legge n. 69/2009) rivolte in particolar modo alla riorganizzazione del processo amministrativo allo scopo di rendere il rito più veloce ed efficace.

Sin dalle prime norme del Codice evidente è la finalità di rendere “snello” il processo amministrativo: l'articolo 2 prevede che il giudice e le parti collaborino per la realizzazione della ragionevole durata del processo al fine di evitare gli eventuali risarcimenti previsti dalla legge Pinto.

Fino ad oggi il processo amministrativo è stato regolato da norme che risalgono al 900, ovvero il R.D. 642/1907, R.. 1054/1924, L. 1034/1971 e L. 205/2000, nonché da una varietà di norme settoriali contenute nelle leggi speciali.

Nell’anno 1999 la Corte di Cassazione (sentenza n. 500) ha precisato il concetto che anche gli interessi legittimi possono essere fonte del risarcimento del danno causato al cittadino, ponendo così la pubblica amministrazione sullo stesso piano del cittadino.

Da qui si arriva ai giorni nostri con l’approvazione del decreto in oggetto; infatti, dopo aver accolto suggerimenti da parte di Montecitorio e Palazzo Madama, il Governo ha recepito l'indicazione della Camera di specificare la non ammissibilità del ricorso davanti al giudice amministrativo per atti e provvedimenti emanati da Palazzo Chigi nell'esercizio del potere politico.

Ha, invece, ritenuto di lasciare inalterata la parte relativa alla pregiudiziale amministrativa.

Non ha,a altresì, lasciato spazio alle Sezioni stralcio contro l’arretrato che “affligge” la giustizia amministrativa al fine di evitare nuovi oneri.

Il Codice in questione è composto di 137 articoli (la bozza ne prevedeva 154), oltre 23 articoli tra norme di attuazione, transitorie e di abrogazione, suddivisi in cinque libri, a loro volta divisi in capi ed ha in calce tre allegati, articolati nel seguente modo:

  • Libro Primo “Disposizioni Generali”
  • Libro Secondo “Processo Amministrativo di Primo Grado”;
  • Libro Terzo “Impugnazioni”;
  • Libro Quarto “Ottemperanza e Riti Speciali”;
  • Libro Quinto “Norme Finali”
  • Allegato 2 “Norme d’attuazione”;
  • Allegato 3 “Norme transitorie”;
  • Allegato 4 “Norme di coordinamento e abrogazioni”.

Rispetto a quanto previsto dalla bozza originale non sono mancate delle modifiche, quali ad esempio sull’azione risarcitoria, ammessa ora entro il termine di decadenza di 120 giorni ed esclusa nel caso in cui si sarebbero potuti evitare danni usando la ordinaria diligenza, anche mediante l’impugnazione, nel termine di decadenza, degli atti lesivi illegittimi.

Le azioni che il codice ha previsto sono quattro con possibilità di cumulo:

  • la tradizionale azione di annullamento;
  • l’azione di condanna;
  • l’azione risarcitoria;
  • l’azione avverso il silenzio.

Alcune cose vengono, invece, confermate, alcuni riti speciali, quali ad esempio quello sul diritto di accesso, di silenzio inadempimento, in materia di appalti pubblici (tramite assorbimento delle disposizione di cui al recente D.Lgs. n. 53/2010) ed in materia elettorale.

Altri, invece, vengono abrogati, come il ricorso preventivo al Consiglio di Stato, quello di diniego di iscrizione o di cancellazione dai registri generali delle organizzazioni di volontariato e dai registri delle associazioni di promozione sociale e, infine, il rito relativo ai provvedimenti di trasferimento o destinazione d’ufficio dei magistrati ordinari a sedi disagiate.

Novità ancora per quanto concerne l’aspetto istruttorio del nuovo processo amministrativo, molto più vicino ora a quello civile (tanto che da più parti e da più commentatori si è chiesta l’eliminazione di questo – doppio nonché simile - processo civile e amministrativo, riconducendo tutto sotto il primo.

Ancora entrano a far parte del processo amministrativo la testimonianza scritta, la consulenza tecnica (anche se già ammessa in precedenza) e i verificatori, nonché una timida forma di giudice istruttore e la possibilità per il collegio di motivare la sentenza attraverso i fatti non contestati dalle parti.

La fase cautelare viene ricondotta a fase incidentale ed al termine della stessa, in caso di accoglimento di richiesta del provvedimento d’urgenza, il Giudice deve fissare l’udienza di merito.

L’udienza sulla domanda cautelare dovrà essere svolta alla prima camera di consiglio utile dopo che siano decorsi 20 giorni dal perfezionamento dell’ultima notifica del ricorso e, trascorsi 10 giorni dal suo deposito in segreteria.

(Altalex, 2 luglio 2010. Nota di Manuela Rinaldi)






DECRETO LEGISLATIVO 2 luglio 2010, n. 104

Attuazione dell'articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al governo per il riordino del processo amministrativo. (10G0127)

(GU n. 156 del 7-7-2010 - Suppl. Ordinario n. 148)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76, 87 e 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione;

Vista la legge 18 giugno 2009, n. 69, ed in particolare l'articolo 44, recante delega al Governo per il riassetto della disciplina del processo amministrativo, nel quale, al comma 4, e' previsto che il Governo puo' avvalersi della facolta' di cui all'articolo 14, numero 2), del testo unico sul Consiglio di Stato, di cui al regio decreto 26 giugno 1924, n. 1054;

Vista la nota in data 8 luglio 2009 con la quale il Governo, avvalendosi della facolta' di cui all'articolo 14, numero 2), del citato testo unico n. 1054 del 1924, ha commesso al Consiglio di Stato la formulazione del progetto del suddetto decreto legislativo;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio di Stato in data 23 luglio 2009, con il quale la formulazione di detto progetto e' stata deferita ad una commissione speciale e ne e' stata stabilita la composizione;

Visto il progetto del decreto legislativo recante il «codice del processo amministrativo» e le relative norme di attuazione, transitorie, di coordinamento e di abrogazione, redatto da detta commissione speciale e trasmesso al Governo con nota del Presidente del Consiglio di Stato in data 10 febbraio 2010;

Vista la deliberazione preliminare del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 16 aprile 2010;

Acquisito il parere reso dalle competenti Commissioni parlamentari;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 24 giugno 2010;

Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri;

Emana

il seguente decreto legislativo:

Art. 1

Approvazione del codice e delle disposizioni connesse

1. E' approvato il codice del processo amministrativo di cui all'allegato 1 al presente decreto. 2. Sono altresi' approvate le norme di attuazione di cui all'allegato 2, le norme transitorie di cui all'allegato 3 e le norme di coordinamento e le abrogazioni di cui all'allegato 4.

Art. 2

Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il 16 settembre 2010. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato sara' inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma addi' 2 luglio 2010.

NAPOLITANO

Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto: il Guardasigilli Alfano


ALLEGATO

CODICE DEL PROCESSO AMMINISTRATIVO


Studio Legale Avvocato Giovanna Suriano

Attività giudiziale e stragiudiziale in diritto civile, procedure esecutive,diritto amministrativo, diritto del lavoro.


COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Processo telematico: le novità apportate dalla conversione del D.L. 114 (Articolo 25.08.2014 (Maurizio Reale) )

SCIA: inammissibile l'impugnazione del silenzio della Pa (Consiglio di Stato , sez. IV, sentenza 04.02.2014 n° 500 (Riccardo Bianchini) )

Responsabilità P.A.: autotutela ed accertamento della colpa (Consiglio di Stato , sez. VI, sentenza 11.12.2013 n° 5935 (Valeria Tevere) )

Rapporti concessori e giurisdizione esclusiva (Consiglio di Stato , sez. V, sentenza 12.11.2013 n° 5421 (Valeria Tevere) )

Anche gli Atei hanno diritto di stipulare intese con lo Stato (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 28.06.2013 n° 16305 (Enrica Maria Crimi) )

Nullo l’atto amministrativo adottato in violazione del giudicato cautelare (Consiglio di Stato , sez. V, sentenza 07.06.2013 n° 3133 (Clorinda Di Franco) )

Istanza che sollecita l'esercizio del potere di autotutela: nessun obbligo della PA (Consiglio di Stato , sez. V, sentenza 03.10.2012 n° 5199 (Clorinda Di Franco) )

Sanzioni inflitte dalla Consob: la competenza ritorna al giudice ordinario (Corte Costituzionale , sentenza 27.06.2012 n° 162 (Vittorio Mirra) )

eBook ''Codice del processo amministrativo commentato'' (aggiornato alla L. n. 44/2012 e al D.L. n. 21/2012 (Rosaria Staiano, Maurizio Danza) )

Codice del processo amministrativo commentato - omaggio versione eBook 2012 (Volume, segnalazione del 20.03.2012)

Consiglio di Stato, eccesso di potere giurisdizionale, sindacabilità, Cassazione (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 09.11.2011 n° 23302 )

Giudicato contabile, giudizio di ottemperanza e problemi di giurisdizione (Corte dei Conti , sez. I, sentenza 27.09.2011 n° 416 (Luigi D'Angelo) )

Danno per lesione di interessi legittimi: è indipendente dall'invalidità dell’atto (Consiglio di Stato , sez. IV, sentenza 07.07.2011 n° 4064 (Laura Biarella) )

L’attestazione di intervenuta efficacia dell’aggiudicazione definitiva negli appalti pubblici (Articolo 06.04.2011 (Arturo Piero Mazzucato, Gianni Penzo Doria) )

Referendum in materia di nuove centrali per la produzione di energia nucleare (D.P.R. 23.03.2011, G.U. 04.04.2011 )

La Plenaria "plasma" la pregiudiziale amministrativa (Consiglio di Stato , adunanza plenaria, sentenza 23.03.2011 n° 3 (Francesco Logiudice) )

Regione Sicilia: ammissibile il giudizio di ottemperanza sul ricorso straordinario (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 28.01.2011 n° 2065 (Giulio Spina) )

Rimessione alla Plenaria della qualificazione giuridica della DIA (Consiglio di Stato , sez. IV, sentenza 05.01.2011 n° 14 (Francesco Logiudice) )

Opere abusive: ordine di demolizione nei confronti dell’attuale proprietario (TAR Puglia-Bari, sez. II, sentenza 30.11.2010 n° 4004 (Clorinda Di Franco) )

Dalla Dia alla Scia: la segnalazione certificata di inizio attività (Articolo 07.10.2010 (Paolo Diglio) )

Costituzione dell’attore entro dieci giorni: dalla prima o dall’ultima notificazione? (Articolo 30.09.2010 (Luigi Viola) )

Il Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica (Articolo 13.09.2010 (Giuseppe Morano) )

Codice del processo amministrativo - Ottemperanza e riti speciali (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Codice del processo amministrativo - Processo amministrativo di primo grado (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Il codice del processo amministrativo in Gazzetta Ufficiale (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 (Manuela Rinaldi) )

Codice del processo amministrativo - Norme finale (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Codice del processo amministrativo - Impugnazioni (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Codice del processo amministrativo (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Codice del processo amministrativo - Allegati (Decreto legislativo 02.07.2010 n° 104 , G.U. 07.07.2010 )

Rapporto fra Piano di Lottizzazione e Convenzione di Lottizzazione (Consiglio di Stato , sez. V, decisione 21.05.2010 n° 3217 (Alessandro Del Dotto) )

La Direttiva Ricorsi in Gazzetta (Decreto legislativo 20.03.2010 n° 53 , G.U. 12.04.2010 (Manuela Rinaldi) )

Collegato Competitività: in Gazzetta la riforma del processo civile (Legge 18.06.2009 n° 69 , G.U. 19.06.2009 )

Rimessione alla Plenaria della questione pregiudiziale amministrativa (Consiglio di Stato , sez. VI, decisione 21.04.2009 n° 2436 (Francesco Logiudice) )

L’epilogo della pregiudiziale amministrativa (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 23.12.2008 n° 30254 (Francesco Logiudice) )

Pregiudiziale amministrativa, necessità, insussistenza (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 23.12.2008 n° 30254 )

Estensione della giurisdizione esclusiva e pregiudizialità amministrativa (Consiglio di Stato , adunanza plenaria, decisione 22.10.2007 n° 12 (Antonella Crisafulli) )

Comportamenti della PA, giurisdizione, accessione invertita (Consiglio di Stato , adunanza plenaria, decisione 22.10.2007 n° 12 )

Il G.A. è il giudice naturale dell’esercizio della funzione pubblica (Consiglio di Stato , adunanza plenaria, decisione 22.10.2007 n° 12 (Francesco Logiudice) )

La legge di riforma della giustizia amministrativa (Legge , coordinato, 21.07.2000 n° 205 , G.U. 16.07.2000 )

Legge sul procedimento amministrativo (Legge , testo coordinato 07.08.1990 n° 241 , G.U. 18.08.1990 )


16 correzioni personalizzate di pareri e atti + 8 lezioni in "aula virtuale"

Giunto alla XI edizione, il corso on-line diretto per Altalex da Paolo Franceschetti, è mirato all’acquisizione del metodo e delle conoscenze necessarie a superare l'Esame Avvocato e quest'anno si pres ...

Segnalazioni Editoriali
Danno da vacanza rovinata. Strumenti di tutela per il turista-consumatore (Sconto 10%) Prof. Avv. Alessandro Ferretti € 22,00 € 19,80
L’opera analizza alcuni istituti giuridici fondamentali del diritto del turismo, in modo da fornire un quadro di insieme delle regole e della discipli...

Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità Codice della Strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review Stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione usura