ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Ricorso in Cassazione: valutazione delle prove testimoniali e documentali
Cassazione civile , sez. lavoro, ordinanza 08.02.2010 n° 2784 (Vincenzo Galatro)
In materia di ricorso in Cassazione, quali sono i casi in cui la valutazione delle prove testimoniali e documentali è censurabile in sede di legittimità?





Ricorso in Cassazione: valutazione delle prove testimoniali e documentali

(Cassazione civile, sez. lavoro, ordinanza 8 febbraio 2010, n° 2784)

di Vincenzo Galatro

(Fonte: Altalex Mese - Schede di Giurisprudenza 3/2010)

Il quesito:

  • In materia di ricorso in Cassazione, quali sono i casi in cui la valutazione delle prove testimoniali e documentali è censurabile in sede di legittimità?

Il caso

La Corte di Appello di Bari, con sentenza depositata il 13.10.2008, riformava la decisione di primo grado e respingeva la domanda di C.T., autista di autoarticolati, intesa ad ottenere la dichiarazione di illegittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo disposto il 15.2.1996 dalla società Conserva Pietro e Figli s.r.l., esercente autotrasporti per conto terzi.

A sostegno della decisione, la Corte di Appello rilevava che dalle deposizioni testimoniali assunte e dai registri della società era risultato provato il giustificato motivo del licenziamento, costituito dalla riduzione di lavoro per il venir meno di una commessa della società M.L.

Avverso tale decisum, C.T. proponeva ricorso per Cassazione, denunciando l’erronea interpretazione delle prove testimoniali.

Inquadramento della problematica

La problematica posta all’attenzione della sezione lavoro della S.C. può essere sintetizzata nei seguenti termini:

- In base alla normativa vigente, qual è il giudice cui spetta la valutazione delle prove testimoniali e documentali?

- In quali casi la valutazione delle prove testimoniali e documentali è censurabile in sede di legittimità?

- In relazione all’interpretazione del materiale probatorio, è ammissibile chiedere al giudice di legittimità una diversa valutazione delle prove?

- Esistono limiti per l’autonoma valutazione delle risultanze probatorie da parte del giudice di legittimità?

La normativa

Codice di Procedura Civile

Art. 115 (Disponibilita' delle prove)

Salvi i casi previsti dalla legge, il giudice deve porre a fondamento della decisione le prove proposte dalle parti o dal pubblico ministero nonché i fatti non specificatamente contestati dalla parte costituita. Il giudice può tuttavia, senza bisogno di prova, porre a fondamento della decisione le nozioni di fatto che rientrano nella comune esperienza.

Art. 116 (Valutazione delle prove)

Il giudice deve valutare le prove secondo il suo prudente apprezzamento, salvo che la legge disponga altrimenti.
Il giudice puo' desumere argomenti di prova dalle risposte che le parti gli danno a norma dell'articolo seguente, dal loro rifiuto ingiustificato a consentire le ispezioni che egli ha ordinate e, in generale, dal contegno delle parti stesse nel processo.

Codice Civile

Art. 2722 (Patti aggiunti o contrari al contenuto di un documento)

La prova per testimoni non è ammessa se ha per oggetto patti aggiunti o contrari al contenuto di un documento, per i quali si alleghi che la stipulazione è stata anteriore o contemporanea.

La risposta della Corte di Cassazione (ordinanza 08.02.2010 n° 2784)

In sintesi, la risposta della S.C. è stata la seguente:

- Per costante giurisprudenza di questa Corte, la valutazione delle prove testimoniali e documentali spetta al giudice di merito ed è censurabile in sede di legittimità solo se detta valutazione non è sorretta da motivazione congrua ovvero se la motivazione presenti vizi logici e giuridici;

- Con il ricorso per cassazione non è possibile chiedere al giudice di legittimità una diversa valutazione delle prove, rispetto a quella ritenuta dal giudice di merito, ma soltanto indicare i vizi logici, le contraddizioni e le lacune della motivazione che non consentono di ricostruire l'iter logico che sorregge la decisione;

- La deduzione, mediante ricorso per cassazione, di un vizio di motivazione della sentenza impugnata non conferisce al giudice di legittimità il potere di riesaminare il merito della intera vicenda processuale, bensì la sola facoltà di controllo, sotto il profilo della correttezza giuridica e della coerenza logico-formale, delle argomentazioni svolte dal giudice di merito, non essendo consentito al giudice di legittimità di procedere ad un nuovo giudizio di merito attraverso l'autonoma valutazione degli atti di causa;

- La Corte territoriale ha dato compiuta ragione della sua decisione ravvisando il giustificato motivo oggettivo del licenziamento nella mancanza di commesse per l'anno 1996 e nel venir meno di una importante commessa da parte della società M.L.;

- Nella specie, dunque, le valutazioni delle risultanze probatorie operate dal giudice di appello sono congruamente motivate e l'iter logico-argomentativo che sorregge la decisione è chiaramente individuabile, non presentando alcun profilo di manifesta illogicità o insanabile contraddizione;

- Per contro, le censure mosse dal ricorrente si risolvono sostanzialmente nella prospettazione di un diverso apprezzamento delle stesse prove e delle stesse circostanze di fatto già valutate dal giudice di merito in senso contrario alle aspettative del medesimo ricorrente e si traducono nella richiesta di una nuova valutazione del materiale probatorio, del tutto inammissibile in sede di legittimità.

- Pertanto, il ricorso è manifestamente infondato e deve essere respinto.



COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Prove, valutazioni, ricorsi per Cassazione, limiti (Cassazione civile , sez. lavoro, ordinanza 08.02.2010 n° 2784 )


16 correzioni personalizzate di pareri e atti + 8 lezioni in "aula virtuale"

Giunto alla XI edizione, il corso on-line diretto per Altalex da Paolo Franceschetti, è mirato all’acquisizione del metodo e delle conoscenze necessarie a superare l'Esame Avvocato e quest'anno si pres ...

Studio Legale Nicotra Avvocato Alessandro Nicotra

Responsabilità civile; responsabilità sanitaria, medica e professionale; diritto e tecnica della circolazione dei veicoli e dei natanti; diritto assicurativo; proprietà e locazioni; diritto del lavoro; contrattualistica nazionale; recupero crediti.


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso Agenzia delle Entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri codice della strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva Italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli equitalia esame esame avvocato Esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto Inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria milleproroghe ne bis in idem ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma forense riforma fornero sentenza Franzese sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali usucapione usura