ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Danno morale, quantificazione, criteri, precisazioni
Cassazione civile , sez. III, sentenza 10.03.2010 n° 5770
Nella liquidazione del danno morale, provocato dalla morte di un prossimo congiunto, il giudice di merito deve procedere con valutazione equitativa, tenendo conto delle perdite affettive e della compromissione dell'integrità familiare.
Nella liquidazione del danno non patrimoniale derivante da fatto illecito il giudice di merito deve, in ogni caso, tener conto delle effettive sofferenze patite dall'offeso, della gravità dell'illecito di rilievo penale e di tutti gli elementi della fattispecie concreta, in modo da rendere la somma liquidata adeguata al particolare caso concreto ed evitare che la stessa rappresenti un simulacro di risarcimento.

Al fine della liquidazione del danno non patrimoniale, è appena il caso di ricordare che nella quantificazione del danno morale la valutazione di tale voce di danno, dotata di logica autonomia in relazione alla diversità del bene protetto, che pure attiene ad un diritto inviolabile della persona ovvero all'integrità morale, quale massima espressione della dignità umana, desumibile dall'art. 2 della Costituzione in relazione all'art. 1 della Carta di Nizza, contenuta nel Trattato di Lisbona, ratificato dall'Italia con Legge 2 agosto 2008, n. 130 deve tener conto delle condizioni soggettive della persona umana e della concreta gravità del fatto, senza che possa quantificarsi il valore dell'integrità morale come una quota minore proporzionale al danno alla salute, dovendo dunque escludersi la adozione di meccanismi semplificativi di liquidazione di tipo automatico. (1-37)

(1) In tema di danno esistenziale per ritardata pensione, si veda Cassazione civile, sez. lavoro, sentenza 10.02.2010 n° 3023.
(2) In materia di danno non patrimoniale da nascita indesiderata, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 04.01.2010 n° 13.
(3) In tema di danno morale, si veda Corte d'Appello Reggio Calabria, sez. civile, sentenza 04.12.2009 n° 377.
(4) In tema di danno morale in percentuale di quello biologico, si veda Tribunale Roma, sez. Ostia, sentenza 22.10.2009.
(5) In tema di danno non patrimoniale e prospettazione della domanda risarcitoria, si veda Cassazione civile 21680/2009.
(6) In tema di danno non patrimoniale e contratto di locazione, si veda Tribunale Roma, sentenza 23.09.2009.
(7) In tema di inadempimento contrattuale e danno non patrimoniale, si veda Tribunale Roma, sez. XI, sentenza 13.07.2009.
(8) Sul tema dei danni bagattellari, di veda Cassazione civile, SS.UU., sentenza 19.08.2009 n° 18356.
(9) In tema di danno biologico e tabelle ministeriali, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 13.06.2009 n° 11048.
(10) In tema di quantificazione del danno alla persona e tabelle milanesi, si veda Tribunale Milano, sez. V civile, sentenza 06.05.2009 n° 6076.
(11) In tema di danno morale consequenziale, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 20.05.2009 n° 11701.
(12) In tema di danno non patrimoniale risarcibile nei casi di pericolo presunto, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 13.05.2009 n° 11059.
(13) In tema di danni non patrimoniali e maltrattamenti ad una donna, si veda Cassazione penale, sez. VI, sentenza 16.04.2009 n° 16031.
(14) In tema di danno non patrimoniale e stress, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 09.04.2009 n° 8703.
(15) Sul danno da stress da irragionevole durata del processo, si veda Cassazione civile, sez. I, sentenza 28.01.2009 n° 2144.
(16) Sul danno esistenziale da stress pubblicitario, si veda Cassazione civile, SS.UU., sentenza 29.08.2008 n° 21934.
(17) In tema di danno non patrimoniale comprensivo sia del pregiudizio di ordine morale che del pregiudizio esistenziale, si veda Tribunale Pinerolo, sentenza 17.03.2009.
(18) In tema di danno morale e presunzione, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 03.03.2009 n° 5057.
(19) In tema di danni da morte, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 13.01.2009 n° 458, con nota di VIOLA.
(20) In tema di danno non patrimoniale ed unicum, si veda Corte d'Appello Perugia, sentenza 24.11.2008.
(21) Sul tema della rilevanza solo descrittiva inerente le voci di danno, si veda Tribunale Milano, sentenza 05.03.2009 n° 3047.
(22) In tema di uccisione del gatto e danno non patrimoniale, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 25.02.2009 n° 4493, con nota di BUFFONE e videointervento di VIOLA.
(23) In materia di danno esistenziale che confluisce nel danno morale, si veda Cassazione civile , SS.UU., sentenza 16.02.2009 n° 3677.
(24) In materia di protesto illegittimo e lesione dell’immagine, si veda Tribunale Lecce, sez. Maglie, sentenza 11.02.2009.
(25) In materia di danni da fumo e danno esistenziale, si veda Cassazione civile, SS.UU., sentenza 15.01.2009 n° 794.
(26) In materia di necessità dell’intergale risarcimento del danno alla persona, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 13.01.2009 n° 469.
(27) In materia di uranio impoverito e danno non patrimoniale, si veda Tribunale Firenze, sez. II civile, sentenza 17.12.2008.
(28) In materia di quantificazione del danno morale (dopo le Sezioni Unite) si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 12.12.2008 n° 29191.
(29) Tra le sentenze più recenti, immediatamente successive alle SS.UU. 2008, si veda Tribunale di Lecce, sezione di Maglie, 368/2008, con nota di MAGGIULLI.
(30) In tema di danno non patrimoniale, si veda Cassazione Civile, SS.UU., 11.11.2008, n. 26972 (si vedano anche le video riflessioni di VIOLA, in materia di integralità del risarcimento del danno alla persona, e le video riflessioni di CESARI, nell’ambito del convegno Il Risarcimento del danno non patrimoniale con pregiudizi esistenziali tenutosi in Roma il 24 novembre 2008 presso il Palazzo Marini della Camera dei Deputati.
(31) Per la lettura dell’ordinanza di rimessione, si veda Cassazione civile, sez. III, sentenza 25.02.2008, n. 4712 (vedi video-riflessioni di VIOLA e video-riflessioni di CESARI).
(32) Si veda anche Cassazione civile SS.UU. 21934/2008 in materia di spot illegittimo.
(33) In favore del danno esistenziale, si veda Cassazione civile 2379/2008.
(34) In materia di danno parentale e prova, si veda Cassazione civile 20987/2007.
(35) In dottrina, si veda anche PLENTEDA, il Danno esistenziale bagattellare e transeunte e VIOLA, Il danno esistenziale come mancato guadagno non patrimoniale, nonché VIOLA, Il mancato guadagno non patrimoniale (o danno esistenziale?) dopo le SS.UU. e BUFFONE, Il danno non patrimoniale a 3 mesi dalle S.U.: cosa è cambiato?.
(36) Sul tema del danno tanatologico, si veda il focus di D’APOLLO, Danno tanatologico: la giurisprudenza recente, nonché VIOLA-TESTINI-MARSEGLIA, Il danno tanatologico.
(37) In tema di liquidazione del danno non patrimoniale, con particolare attenzione a quello psichico, si veda CAPRI, Lo psicologo forense e l’accertamento del danno psichico, esistenziale e morale; relativamente alla prova del turbamento psicologico, si veda RUFFINI, La prova del turbamento psicologico attraverso la consulenza dello psicologo forense.
Relativamente alle relazioni del CONVEGNO NAZIONALE Pecunia doloris: il valore risarcitorio della persona e della sofferenza esistenziale dopo le Sezioni Unite tenutosi presso la Sala delle Conferenze, Palazzo Marini, CAMERA dei DEPUTATI il 6 maggio 2009, si vedano:
- CESARI,
Pecunia doloris: il valore risarcitorio della persona e della sofferenza esistenziale;
- VIOLA, Percentualizzazione del danno morale e reductio ad unum del danno biologico;
- BUFFONE, Possibili censure di costituzionalità sul danno biologico omnicomprensivo;
- RIPONTI, L’elemento soggettivo del reato e le conseguenze risarcitorie;
- CRICENTI, Alcune questioni sul danno non patrimoniale a seguito di SS.UU. n. 26972/2008..

Altresì, per approfondimenti in DOTTRINA, si vedano:
-VIOLA, Danno psichico e danno morale: concorso formale o concorso apparente?, in La responsabilità civile, UTET, 2010, 2;
- VIOLA, Anche il mancato guadagno non patrimoniale è risarcibile, in La responsabilità civile, UTET, 2009, 12;
- FANTETTI, Diritto di autodeterminazione e danno esistenziale alla luce della recente pronuncia delle S.U. della Cassazione, in Responsabilità civile (La), 2009, n. 1, UTET;
- VILLANI, Perdita dell'animale d'affezione: danno esistenziale?, in Responsabilità civile (La), 2008, n. 8-9, UTET;
- CARBONE P., Ulteriori riflessioni sul danno esistenziale, in Danno e Responsabilità, IPSOA, 2008, 2;
- CESARI, Il risarcimento del nuovo danno non patrimoniale con pregiudizi esistenziali;
- VIOLA, Il mancato guadagno esistenziale, in Studium Iuris, 2/2006, pag. 131;
- DE GIORGI, Lesione del diritto all'ordine e risarcimento del danno esistenziale, Studium Iuris, 2008, n. 2, CEDAM, p. 224;
- ZAULI, L'impotenza è danno esistenziale: va risarcito chi, a causa di un incidente, ha perduto il suo vigore sessuale, in Responsabilità civile (La), 2008, n. 1, UTET, p. 25;
- CARBONE P., Ulteriori riflessioni sul danno esistenziale, in Danno e responsabilità, 2008, n. 1, IPSOA, p. 210;
- CASSANO, Rapporti tra genitori e figli, illecito civile e responsabile. La rivoluzione giurisprudenziale degli ultimi anni alla luce del danno esistenziale, in Vita notarile, 2007, n. 1, EDIZIONI GIURIDICHE BUTTITTA, parte II, p. 315;
- LIBERATI, Il danno esistenziale nella giurisprudenza amministrativa, 2007, GIUFFRÈ;
- CASSANO, La giurisprudenza del danno esistenziale, 2007, CEDAM.

(Fonte: Massimario.it - 12/2010)






SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE III CIVILE

Sentenza 8 febbraio - 10 marzo 2010, n. 5770

(Presidente Varrone - Relatore Filadoro)

Svolgimento del processo

Con sentenza 28 febbraio - 8 marzo 2005 la Corte d'appello di Napoli accoglieva in parte l'appello di C. I., A., L., A. P., rispettivamente vedova e figli del pedone G. P., deceduto a seguito di incidente stradale dell'****, condannando proprietaria, conducente e compagnia assicuratrice del veicolo investitore al risarcimento di una ulteriore somma di lire 50.000.000 e, rispettivamente, di lire 30.000.000 ciascuno (oltre quanto già riconosciuto dal primo giudice a titolo di risarcimento dei danni).

Avverso tale decisione hanno proposto ricorso per cassazione gli originari attori con due distinti motivi.

Gli intimati non hanno svolto difese.

Motivi della decisione

Con il primo motivo i ricorrenti denunciano violazione di norme di legge (artt. 112, 132 c.p.c., in relazione all'art. 118 disp. att. c.p.c., ed all'art. 111 Costituzione), e vizi della motivazione, in relazione all'art. 360 nn. 3 e 5 c.p.c.

Non era dato comprendere quale fosse il contenuto da attribuire alla decisione impugnata, la quale si era limitata a liquidare l'ulteriore risarcimento del danno morale degli originari attori, senza spiegare se tale liquidazione dovesse - o meno - aggiungersi alla somma già riconosciuta dal primo giudice allo stesso titolo.

La liquidazione del danno morale non poteva che essere complessiva (e non solo per differenza in eccesso). In questo senso, del resto, erano formulate le conclusioni formulate dagli appellanti.

Con il secondo motivo i ricorrenti deducono violazione di norme di legge (artt. 1 delle preleggi al codice civile, 112, 113, 114, 115, 116 e 132 c.p.c., art. 118 disp. att. c.p.c., artt. 24 e 111 Costituzione nonché artt. 1226 e 2056 c.c.) e vizi della motivazione, in relazione all'art. 360 nn. 3 e 5 c.p.c.

La motivazione della sentenza di appello, sul punto relativo alla quantificazione del danno morale degli attori, era da ritenere del tutto apparente.

Il riferimento alle tabelle di liquidazione del danno biologico era del tutto legittimo, così come legittimo doveva considerarsi il ricorso del giudice di merito alla equità correttiva o integrativa.

Del tutto immotivata, tuttavia, era la decisione di rapportare la liquidazione del danno non patrimoniale ad una frazione del complessivo danno biologico del morto, senza alcuna indicazione del concreto valore matematico prescelto, ai fini della liquidazione.

Osserva il Collegio: i due motivi devono essere esaminati congiuntamente, in quanto connessi tra di loro.

Essi sono infondati.

Con motivazione adeguata, che sfugge a qualsiasi censura in questa sede di legittimità, i giudici di appello hanno provveduto a liquidare nuovamente il danno morale (inteso come danno non patrimoniale, secondo le indicazioni delle Sezioni Unite di questa Corte n. 26972 del 2008) conseguente all'incidente stradale.

È di tutta evidenza che la nuova liquidazione del danno non patrimoniale si aggiunge a quella già operata dal primo giudice, per lo stesso titolo (donde la infondatezza del primo motivo).

Nella liquidazione del danno morale, provocato dalla morte di un prossimo congiunto, il giudice di merito deve procedere con valutazione equitativa, tenendo conto delle perdite affettive e della compromissione dell'integrità familiare (Cass. 28407 del 2008).

Nella liquidazione del danno non patrimoniale derivante da fatto illecito il giudice di merito deve, in ogni caso, tener conto delle effettive sofferenze patite dall'offeso, della gravità dell'illecito di rilievo penale e di tutti gli elementi della fattispecie concreta, in modo da rendere la somma liquidata adeguata al particolare caso concreto ed evitare che la stessa rappresenti un simulacro di risarcimento.

In tal modo ha proceduto la Corte territoriale, la quale ha opportunamente differenziato la posizione della vedova del P. da quella dei figli, tenendo conto della posizione di ciascuno, dell'età del defunto e di quella dei superstiti.

Per quanto riguarda la mancata indicazione del valore matematico prescelto dalla Corte territoriale, al fine della liquidazione del danno non patrimoniale, è appena il caso di ricordare che nella quantificazione del danno morale la valutazione di tale voce di danno, dotata di logica autonomia in relazione alla diversità del bene protetto, che pure attiene ad un diritto inviolabile della persona ovvero all'integrità morale, quale massima espressione della dignità umana, desumibile dall'art. 2 della Costituzione in relazione all'art. 1 della Carta di Nizza, contenuta nel Trattato di Lisbona, ratificato dall'Italia con legge 2 agosto 2008 n. 190, deve tener conto delle condizioni soggettive della persona umana e della concreta gravità del fatto, senza che possa quantificarsi il valore dell'integrità morale come una quota minore proporzionale al danno alla salute, dovendo dunque escludersi la adozione di meccanismi semplificativi di liquidazione di tipo automatico.

Conclusivamente il ricorso deve essere rigettato.

Nessuna pronuncia in ordine alle spese, non avendo gli intimati svolto difese in questa sede.

P.Q.M.

La Corte rigetta il ricorso.

Nulla per le spese del presente giudizio.


Le nuove parcelle per gli avvocati - Volume + Software
Leonardo Carbone
€ 55,00
€ 47,00
Sconto prevendita 15%
con i nuovi parametri 2014

COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Ancora sul danno esistenziale (Cassazione civile , sez. III, sentenza 28.01.2014 n° 1762 (Ilaria Di Punzio) )

Danno esistenziale, danno morale, vita quotidiana, alterazione, risarcibilità (Cassazione civile , sez. III, sentenza 03.10.2013 n° 22585 )

Danno morale (AltalexPedia, voce agg. al 27.07.2012 (Michele Iaselli) )

Danno non patrimoniale, pregiudizi esistenziali, presunzioni (Cassazione civile , sez. III, sentenza 16.02.2012 n° 2228 )

Danno non patrimoniale, danno da reato, liquidazione, criterio equitativo puro (Tribunale Brindisi, sez. Ostuni, sentenza 14.12.2011 )

Termina l'esilio del danno morale (Articolo 22.09.2011 (Giuseppe Buffone) )

Il danno morale (da reato) nella recente giurisprudenza (Focus di Massimario.it agg. al 09.06.2010 (Luigi Viola) )

Danno biologico, danno non patrimoniale, distinzioni, rilevanza, precisazioni (Cassazione civile , sez. lavoro, sentenza 20.04.2010 n° 9379 )

Il Danno Morale è voce Autonoma di Danno (Articolo 19.04.2010 (Giuseppe Buffone) )

Danno tanatologico, risarcimento, sussistenza, precisazioni (Cassazione civile , sez. III, sentenza 08.04.2010 n° 8360 )

Incidente stradale, danno morale, prova, assicurazione (Tribunale Roma, sez. XII, civile 30.03.2010)

Danno esistenziale, pensione, ritardo, sussistenza (Cassazione civile , sez. lavoro, sentenza 10.02.2010 n° 3023 )

Nascita indesiderata, danno esistenziale, risarcimento, legittimità, gestante (Cassazione civile , sez. III, sentenza 04.01.2010 n° 13 )

Danno non patrimoniale, danno morale, risarcimento, precisazioni (Corte d'Appello Reggio Calabria, sez. civile, sentenza 04.12.2009 n° 377 )

Danno morale, danno non patrimoniale, danno biologico, aumento in percentuale (Tribunale Roma, sez. Ostia, sentenza 22.10.2009)

Danni non patrimoniali, domanda, precisazioni, indicazione di singole voci, necessità (Cassazione civile , sez. III, sentenza 13.10.2009 n° 21680 )

Danno non patrimoniale, inadempimento, contratto di locazione, bene pignorato (Tribunale Roma, sentenza 23.09.2009)

Danni bagattellari, risarcimento, legittimità, insussistenza (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 19.08.2009 n° 18356 )

Danno non patrimoniale da inadempimento, pregiudizi esistenziali, risarcimento (Tribunale Roma, sez. XI, sentenza 13.07.2009)

La prova del turbamento psicologico attraverso la consulenza dello psicologo forense (Articolo 30.06.2009 (Simona Ruffini) )

Danno biologico, tabelle ministeriali, limiti, precisazioni (Cassazione civile , sez. III, sentenza 13.06.2009 n° 11048 )

Alcune questioni sul danno non patrimoniale a seguito di SS.UU. n. 26972/2008 (Articolo di Giuseppe Cricenti 23.05.2009)

Danno morale consequenziale, danno biologico, autonomia, legittimità (Cassazione civile , sez. III, sentenza 20.05.2009 n° 11701 )

L’elemento soggettivo del reato e le conseguenze risarcitorie (Articolo 06.05.2009 (Danilo Riponti) )

Danno alla persona, quantificazione, tabelle milanesi, limiti, superamento (Tribunale Milano, sez. V civile, sentenza 06.05.2009 n° 6076 )

Percentualizzazione del danno morale e reductio ad unum del danno biologico (Articolo 06.05.2009 (Luigi Viola) )

Possibili censure di costituzionalità sul danno biologico omnicomprensivo (Articolo 06.05.2009 (Giuseppe Buffone) )

Pecunia doloris: il valore risarcitorio della persona e della sofferenza esistenziale (Articolo 06.05.2009 (Gianmarco Cesari) )

Pecunia Doloris: il valore risarcitorio della persona e della sofferenza esistenziale dopo le SU (Convegno in Roma 06.05.2009)

Danno morale, danno esistenziale, danno parentale, risarcimento, precisazioni (Tribunale Pinerolo, sentenza 17.03.2009 )

Danno non patrimoniale, danno esistenziale, responsabilità struttura sanitaria (Tribunale Milano, sentenza 05.03.2009 n° 3047 )

Morte del gatto e danno morale: il videointervento dell'avv. Luigi Viola (Videointervento di 05.03.2009 (Luigi Viola) )

Danno morale, risarcimento, presunzione, legittimità (Cassazione civile , sez. III, sentenza 03.03.2009 n° 5057 )

Morte del gatto: sì al danno non patrimoniale ''fuori dai casi previsti dalla legge'' (Cassazione civile , sez. III, sentenza 25.02.2009 n° 4493 (Giuseppe Buffone) )

Il danno non patrimoniale a 3 mesi dalle S.U.: cosa è cambiato? (Articolo 16.02.2009 (Giuseppe Buffone) )

Il mancato guadagno non patrimoniale (o danno esistenziale?) dopo le SS.UU. (Articolo 20.01.2009 (Luigi Viola) )

Danni da fumo, segno descrittivo "light", pubblicità ingannevole (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 15.01.2009 n° 794 )

Danno non patrimoniale, danno morale, necessità dell’integrale risarcimento (Cassazione civile , sez. III, sentenza 13.01.2009 n° 469 )

Danni da morte: non bastano tre giorni di agonia (Cassazione civile , sez. III, sentenza 13.01.2009 n° 458 (Luigi Viola) )

Danno non patrimoniale, uranio impoverito, salute, pregiudizi, criteri, categorie (Tribunale Firenze, sez. II civile, sentenza 17.12.2008)

Danno morale, sussistenza, quantificazione, percentuale del danno biologico (Cassazione civile , sez. III, sentenza 12.12.2008 n° 29191 )

Perdita del congiunto, danno morale, violazione diritti costituzionali, cumulo (Tribunale Lecce, sez. Maglie, sentenza 29.11.2008 n° 368 )

Danno non patrimoniale, unicum, voci risarcitorie, superamento, tutela (Corte d'Appello Perugia, sentenza 24.11.2008)

Danno esistenziale: cosa fare dopo la sentenza delle Sezioni Unite (Video intervento 24.11.2008 (Gianmarco Cesari) )

Danno esistenziale e Sezioni Unite: il video intervento di Luigi Viola (Video intervento 24.11.2008 (Luigi Viola) )

Il Risarcimento del danno non patrimoniale con pregiudizi esistenziali (Convegno in Roma, iscrizioni entro il 20.11.2008)

Il risarcimento del nuovo danno non patrimoniale con pregiudizi esistenziali (Articolo 20.11.2008 (Gianmarco Cesari) )

Danno esistenziale, categoria, inammissibilità, danno non patrimoniale (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 11.11.2008 n° 26972 )

Il Giudice di Pace ed il danno esistenziale bagattellare e transeunte (Articolo 20.10.2008 (Raffaele Plenteda) )

Danno esistenziale da spot pubblicitario illegittimo (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 29.08.2008 n° 21934 )

Lo psicologo forense e l’accertamento del danno psichico, esistenziale e morale (Articolo di Paolo Capri 05.07.2008)

Danno esistenziale e macrodanno: la formula per il risarcimento (Video intervento 17.06.2008 (Gianmarco Cesari) )

Danno esistenziale e macrodanno: il video intervento di Luigi Viola (Video intervento 17.06.2008 (Luigi Viola) )

Danno esistenziale, configurabilità, prova, danno tanatologico, tavola di valori (Cassazione civile , sez. III, sentenza 25.02.2008 n° 4712 )

Danno esistenziale, lesione della famiglia, risarcibilità, iure proprio, sussistenza (Cassazione civile , sez. III, sentenza 31.01.2008 n° 2379 )

Danno tanatologico: la giurisprudenza recente (Focus di Massimario.it agg. al 14.11.2007 (Luca D'Apollo) )

Danno parentale, danno conseguenza, prova, necessità, danni alla persona (Cassazione civile , sez. III, sentenza 08.10.2007 n° 20987 )

Il danno esistenziale come mancato guadagno non patrimoniale (Articolo 26.08.2005 (Luigi Viola) )

Il danno tanatologico (Articolo , Donatella Testini e Giuseppe Marseglia 06.07.2004 (Luigi Viola) )


8 moduli con difficoltà crescente - Accreditato 8 ore CNF

Il corso si articolerà in otto units con difficoltà crescente. Le prime tre ore saranno di livello basic, le successive tre ore saranno di livello intermedio, le ultime due di livello avanzato. Le lezioni ...

Massimo Mangiameli

Foro di Caltanissetta, Patrocinante in Cassazione, diritto civile, diritto penale, domiciliazioni


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso amministratore di condominio anatocismo Appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri codice della strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva Italia demansionamento difesa d'ufficio equitalia esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria milleproroghe ne bis in idem ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo telematico procura alle liti provvigione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma forense riforma fornero sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali usucapione usura