ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Cartelle esattoriali, contributo unificato, opposizione, competenza
Cassazione civile , SS.UU., sentenza 16.04.2012 n° 5994

Il controllo di legittimità delle cartelle esattoriali spetta, quando riguarda tributi, al giudice tributario, configurando queste atti di riscossione e non di esecuzione forzata. (1-2)

(*) Riferimenti normativi: art. 617 c.p.c.; artt. 2, co. 1 e 19 lett. d), D.Lvo. n. 546/1992.
(1) Cfr. Cass. Civ., SS.UU., sentenza 5 maggio 2011, n. 9840.
(2) Sul processo tributario vedi anche il volume "Codice del processo tributario annotato" a cura di Francesco Antonio Genovese e Salvatore Petillo.

(Fonte: Massimario.it - 20/2012. Cfr. nota di Simone Marani e nota su Altalex Mese - Schede di Giurisprudenza)






SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Sentenza 27 marzo – 17 aprile 2012, n. 5994

(Presidente Adamo – Relatore Cappabianca)

Svolgimento del processo

Instaurando contraddittorio sia nei confronti del concessionario per la riscossione, sia nei confronti del Ministero della Giustizia, G.O. propose opposizione, ai sensi dell'art. 615 nonché dell'art. 617 c.p.c., dinanzi al Tribunale di Roma, avverso cartella di pagamento, notificatagli il 6 maggio 2010, con la quale Equitalia Gerit (poi Equitalia Sud) s.p.a. gli aveva intimato il pagamento di Euro 40,35, per contributi unificati ed oneri accessori relativi all'instaurazione di un giudizio davanti al Giudice di Pace.

A fondamento della opposizione, l'O. eccepì l'inesistenza del credito e vizi di forma della cartella di pagamento (in particolare, la violazione dell'obbligo dell'indicazione degli estremi dell'atto presupposto).

Costituitosi il Ministero della Giustizia, che deduceva il difetto di giurisdizione del giudice ordinario in considerazione della natura tributaria del credito controverso e, comunque, l'infondatezza delle domande avversarie, e restata contumace Equitalia, il Tribunale adito, con la sentenza qui impugnata, ha rilevato il difetto di giurisdizione del Giudice ordinario in favore del Giudice tributario, con riguardo all'opposizione all'esecuzione ex art. 615 c.p.c. e, affermata, al riguardo, la propria giurisdizione, ha accolto l'opposizione promossa ai sensi dell'art. 617 c.p.c., dichiarando la nullità della cartella esattoriale opposta.

Avverso la sentenza del Tribunale, Equitalia ha proposto ricorso per cassazione in tre motivi, deducendo, con il primo, il difetto di giurisdizione dell'a.g.o. (anche sull'opposizione ex art. 617 c.p.c.) e censurando, con gli altri, il merito della decisione impugnata.

L'O. ha resistito con controricorso, eccependo, preliminarmente l'inammissibilità del ricorso per vizio della procura consistente nel difetto del requisito della specialità.

Il Ministero della Giustizia è restato contumace.

Entrambe le parti costituite hanno depositato memorie.

Motivi della decisione

Il ricorso di Equitalia è ammissibile, non riscontrandosi nella procura all'uopo rilasciata difetto del requisito della specialità.

Invero, l'esame del ricorso rivela che la procura in rassegna, rilasciata in data successiva al deposito della decisione impugnata e recante l'indicazione nominativa della controparte, è stata posta in calce al ricorso medesimo (proposto, peraltro, nell'interesse di parte contumace nel giudizio di merito), prima delle relazioni di notifica.

Ciò posto, va osservato che questa Corte ha reiteratamente puntualizzato che già la collocazione della procura in calce (o a margine) del ricorso per cassazione è idonea a riferirla al giudizio cui l'atto accede, sicché, pur in assenza di espressi riferimenti alla sentenza da impugnare o al giudizio da promuovere, la procura così redatta deve considerarsi conferita per il giudizio di cassazione ed idonea a soddisfare il requisito della specialità previsto dall'art. 365 c.p.c. (cfr. Cass. 26504/09, 10539/07,14011/05).

Il ricorso di Equitalia è, peraltro, fondato.

Invero, così come dedotto da Equitalia sin dal giudizio di merito, l'opposizione ex art. 617 c.p.c., con la quale si fanno valere asseriti vizi della cartella di pagamento emessa in esito ad iscrizione a ruolo del contributo unificato previsto dall'art. 9 d.p.r. 115/2002, rientra nella competenza giurisdizionale del giudice tributario, atteso che il contributo unificato in oggetto ha natura di entrata tributaria (cfr. Corte cost. 73/2005 e Cass., ss.uu., 3007/08 e 3008/08) e che il controllo della legittimità delle cartelle esattoriali, configurando queste atti di riscossione e non di esecuzione forzata, spetta, quando le cartelle riguardino tributi, al giudice tributario in base alla previsione degli artt. 2, comma 1, e 19 lett. d), d.lvo. 546/1992 (cfr. Cass. SS.UU. 9840/11).

Alla stregua delle considerazioni che precedono e risultando assorbita ogni altra questione, va dichiarata, in accoglimento del ricorso, la giurisdizione del giudice tributario.

La sentenza impugnata va, dunque, cassata, con rimessione delle parti davanti alla commissione tributaria provinciale competente per territorio, che provvederà anche alla regolamentazione delle spese del presente giudizio.

P.Q.M.

la Corte, a sezioni unite, accoglie il primo motivo di ricorso, assorbiti gli altri, e dichiara la giurisdizione del giudice tributario; cassa la sentenza impugnata e rimette le parti, anche per la regolamentazione delle spese del presente giudizio, davanti alla commissione tributaria provinciale competente per territorio.



COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Appalto, ricorso, contributo unificato, integrazione, impugnazione, giurisdizione (TAR Trentino Alto Adige-Trento, sez. unica, ordinanza 29.01.2014 n° 23 )

Spese giudiziali, condanna, contributo unificato, obbligazione ex lege, giudice (Cassazione civile , sez. VI-2, ordinanza 17.09.2013 n° 21207 )

Del processo di esecuzione - Delle opposizioni (Codice di procedura civile , Libro III, Titolo V, agg. al 15.03.2013)

Pagamento del contributo unificato: è competente il giudice tributario (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 16.04.2012 n° 5994 (Simone Marani) )

Giudizio tributario, contributo unificato, sussistenza (Cassazione civile , SS.UU., sentenza 05.05.2011 n° 9840 )

Ordinanza emessa dal giudice al termine della camera di consiglio, forma (Cassazione civile , sez. lavoro, sentenza 09.05.2007 n° 10539 )

D.Lgs. n. 546/1992 (Decreto legislativo 31.12.1992 n° 546 )


Seminario online di aggiornamento professionale, accreditato 4 ore CNF

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all’Avvocato una preparazione di base in vista dell’imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. L'intero percorso formativo &egr ...

Angelo Galanti

Infortunistica stradale, malpractice, sfratti, condomini, successioni, penale


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri certificato di agibilità Codice della Strada Codice Deontologico Forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato Esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione Riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali usucapione usura