ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Gratuito patrocinio: vanno considerati i redditi di tutti i conviventi
Cassazione penale , sez. IV, sentenza 13.11.2012 n° 44121 (Mauro Lanzieri)

Ai fini della determinazione del reddito di cui all’art. 76 del D.P.R.  n. 115 del 2002, per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato, si computano tutti i redditi dei conviventi del nucleo familiare anche in assenza di un rapporto giuridicamente rilevante tra loro.

Cosi la Corte di Cassazione nella sentenza del 20 settembre, depositata il 13 novembre 2012, ha esteso il concetto di “famiglia” e di “nucleo familiare” indicato dalla normativa.

Il tutto nasce dalla revoca dell’ammissione al beneficio del patrocinio a spese dello stato, effettuata dal Tribunale di Brindisi, a seguito dell’accertamento finanziari a carico del richiedente il beneficio.

Dall’accertamento si è rilevato che dal computo dei redditi della madre della compagna more uxorio dell’istante, convivente con gli stessi, si superava il limite di reddito per concedere il beneficio.

L’istante, avverso l’ordinanza di revoca, ricorre in cassazione eccependo l’erronea interpretazione data alla parola “familiare” del 2° comma dell’art. 76, D.P.R. 115/02

Il quesito che la Suprema Corte è chiamata a risolvere, è se il legislatore con le locuzione “familiare” e  “componente della famiglia” abbia inteso far riferimento solo ai familiari uniti da un vincolo di parentela o se,  abbia voluto estendere il concetto di famiglia a chi collabora da un punto di vista economico alla vita comune del nucleo familiare.

La IV sezione riprende una sua pronuncia 5 gennaio 2006, n. 109, con la quale estendeva nel computo del reddito anche quello del convivente “more uxorio” dell’istante.

Partendo da questa pronuncia la Suprema Corte ha ampliato il suo pensiero ed ha ritenuto di dover tener conto della capacità economico-finanziaria di tutti coloro, che non solo per legami giuridici ma anche quelli di fatto , concorrono a formare il reddito familiare.

L’evoluzione della società ha inciso fortemente su questa decisione che ha considerato la “famiglia di fatto” una realtà economico sociale, che per la Corte “esprime istanze analoghe a quelle della famiglia strictu sensu intesa”.

Pertanto i motivi di gravame sono stati tutti dichiarati infondati.

(Altalex, 12 dicembre 2012. Nota di Mauro Lanzieri)






SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE IV PENALE

Sentenza 20 settembre - 13 novembre 2012, n. 44121

Massima e testo integrale



COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Gratuito patrocinio, famiglia di fatto, suocera, reddito familiare, concorso (Cassazione penale , sez. IV, sentenza 13.11.2012 n° 44121 )

Gratuito patrocinio: la convivenza ''more uxorio'' va considerata come una famiglia (Cassazione penale , sez. IV, sentenza 05.01.2006 n° 109 (Mario Pavone) )


8 moduli con difficoltà crescente - Accreditato 8 ore CNF

Il corso si articolerà in otto units con difficoltà crescente. Le prime tre ore saranno di livello basic, le successive tre ore saranno di livello intermedio, le ultime due di livello avanzato. Le lezioni ...

AVV. SERENA SBRANA

Diritto civile,. in particolare recupero crediti, esecuzioni mobiliari e immobiliari. Volontaria giurisdizione, diritto di famiglia, locazioni, diritto tributario. Domiciliazioni


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri certificato di agibilità Codice della Strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale gazzetta ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione Riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review Stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione usura