ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Per la provvigione non basta il contratto, occorre effettiva attività di mediazione
Tribunale Taranto, sez. II, sentenza 27.07.2013 n° 1574 (Laura Biarella)

Una società di intermediazione immobiliare riceveva incarico di vendere un’esercizio commerciale di tabaccheria. Un potenziale acquirente sottoscriveva, su di un foglio predisposto dalla società mediatrice, la dichiarazione di aver ricevuto le fotocopie relative ai documenti afferenti detta tabaccheria e, al contempo, si impegnava a corrispondere alla società stessa, in ipotesi di acquisto dell’attività visionata, la provvigione pari al 5%, oltre IVA.

Il proprietario, l’anno successivo, vendeva l’esercizio alla moglie dell’uomo che aveva sottoscritto il succitato impegno di pagare la provvigione. I coniugi, convenuti in giudizio dalla mediatrice, si difendono asserendo che le trattative per l’acquisto erano state condotte dagli stessi contraenti, in assenza di mediatori, ed il tutto era comprovato dal risalente rapporto di amicizia che legava i propri figli.

Il Tribunale, nell’accogliere parzialmente la domanda attorea, rileva che l’art. 1754 c.c., il quale definisce l’attività di mediazione e non il relativo contratto, dispone che il mediatore è colui che mette in relazione due o più parti senza essere legato alle stesse da rapporti di collaborazione, di dipendenza ovvero di rappresentanza, mentre l’art. 1755 c.c. stabilisce che il diritto al pagamento della provvigione sorge a carico di ciascuna delle parti solo per effetto della conclusione dell’affare, in virtù dell’utile intervento del mediatore.

Ciò posto, si conclude che nella mediazione non è essenziale il conferimento dell’incarico: la dichiarazione di impegno sottoscritta dal marito dell’acquirente aveva quindi rilievo solo a fini probatori e ricognitivi. Tale dichiarazione non rappresenta, quindi, per la signora acquirente, la fonte dell’obbligazione di pagamento della provvigione, “bensì l’attività di mediazione ai sensi dell’art. 1755 c.c.; quindi un’attività, un fatto, ma non un negozio”.

Solamente la signora convenuta, acquirente finale, è quindi tenuta a corrispondere la provvigione al mediatore, e non suo marito, nonostante avesse sottoscritto un impegno e fosse intervenuto nella fase delle trattative: tale scrittura non vincola la moglie, poiché sottoscritta da un soggetto “terzo” rispetto al contratto di compravendita.

Tale conclusione, a dir del Tribunale, “è coerente con l’affermata unicità dell’affare ed il carattere ricognitivo della dichiarazione” in commento, in quanto è il disposto dell’art. 1755 c.c. che fa sorgere detta obbligazione a carico dei contraenti del contratto mediato.

Si segnala inoltre che uno dei potenziali acquirenti dell’esercizio, udito in sede di deposizione testimoniale, dichiarava che il prezzo richiesto per l’acquisto dell’esercizio era di gran lunga superiore a quello indicato nel rogito. Da ciò il Giudice, presumendo che il prezzo dichiarato dalle parti fosse stato “parziale” rispetto a quello effettivamente corrisposto, ha ordinato la trasmissione degli atti all’Agenzia delle Entrate per le determinazioni del caso, ed anche per un eventuale coinvolgimento della Procura competente.

(Altalex, 16 ottobre 2013. Nota di Laura Biarella)






Tribunale di Taranto

Sezione II

Sentenza 27 luglio 2013, n. 1574

Massima e Testo Integrale


Avvocato Valeria Callegari

Con studio in Milano. Attività prevalente in materia di risarcimento del danno, locazioni, condominio, separazioni e divorzi, successioni, procedure concorsuali, contrattualistica, recupero crediti, servizi legali.


COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Mediazione, provvigione, dichiarazione d'impegno, terzo, irrilevanza (Tribunale Taranto, sez. II, sentenza 27.07.2013 n° 1574 )


Seminario online di aggiornamento professionale, accreditato 4 ore CNF

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all’Avvocato una preparazione di base in vista dell’imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. L'intero percorso formativo &egr ...

Segnalazioni Editoriali
Reati contro la donna. Excursus normativo (Sconto 10%) Avv. Simone Marani € 32,00 € 28,80
La violenza sulle donne è un fenomeno idoneo ad integrare differenti ipotesi delittuose, tutte accomunate dal fatto di avere quale soggetto destinatar...

Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità Codice della Strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per cassazione riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero sentenza Franzese sequestro conservativo Sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review Stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali tulps usucapione usura