ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Consulenza tributaria: profili di responsabilità civile del commercialista
Articolo di Giorgio Maria Losco 15.02.2014

Pubblichiamo un estratto del volume "Responsabilità civile del professionista. Manuale per prevenire e valutare i danni".

"Responsabilità civile del professionista"
Autori: Raffaella Caminiti, Giorgio Maria Losco, Paolo Mariotti
Collana: Altalex Professionale
Altalex Editore, 2014


PARTE III
FIGURE PARTICOLARI DI RESPONSABILITA' PROFESSSIONALE:
AREA TECNICA, ECONOMICA, GIURIDICA, ASSICURATIVA

CAPITOLO VII
LA RESPONSABILITA' DEL COMMERCIALISTA

di Giorgio Maria Losco

4. Consulenza tributaria

Alcune specifiche fattispecie di attività tipiche della professione di commercialista hanno sviluppato l’attenzione della dottrina e pronunce giurisprudenziali in misura maggiore; in particolare l’attività del tributarista che presenta analogie con la professione legale ed è connotata dalla pluralità e complessità della relativa normativa.

In particolare, per quel che riguarda la compilazione della dichiarazione dei redditi, tutto ciò che viene indicato in una dichiarazione fiscale deve essere debitamente documentato a cura e onere del contribuente con il reale pericolo, per il professionista, di incorrere in azioni di responsabilità a proprio carico in sede di predisposizione di dichiarazioni dei redditi per conto dei clienti, laddove quanto dichiarato non sia debitamente documentato.

Il professionista, infatti, risponde dei dati indicati od omessi in tale dichiarazione, ovvero quando tali dati risultano non correttamente documentati, per sua colpa o dolo, o quando non figurano in tali modelli, col solo fine di creare volutamente un’evasione tributaria.

La normativa tributaria conferisce ai commercialisti con particolari requisiti di rilasciare certificazioni e attestazioni, attestazioni di conformità (visti, asseverazioni), trasmissione telematica, connesse ad adempimenti fiscali, sono previste altresì sanzioni pecuniarie ed interdittive in caso di inosservanza delle disposizioni normative in materia.

La normativa ha, in alcuni casi, previsto, inoltre, che accanto al contribuente debba rispondere personalmente e patrimonialmente anche il professionista-consulente (quale autore materiale del fatto) e ciò sia nei casi di errori ed omissioni ignoti al cliente, sia in caso di vera e propria compartecipazione alla frode fiscale salva la possibile limitazione di responsabilità in caso di complessità delle problematiche oggetto dell’incarico (e ciò si può verificare in presenza di obiettive incertezze sull’interpretazione della normativa) ed in caso il professionista risponderà solo in caso di dolo o colpa grave, in mancanza della quale, invece, potrà rispondere, in base ai principi generali, anche per colpa lieve.

In altre fattispecie, invece, (ad esempio in caso di contribuenti società o enti con personalità giuridica) il legislatore ha ritenuto sanzionabile solo l’ente. Peraltro l’attribuzione diretta dell’illecito amministrativo al consulente è limitata dalla stessa Amministrazione finanziaria ai casi in cui il consulente risulti unico responsabile o aver concorso o mediato alla realizzazione dell’illecito.

All’uopo va ribadito che secondo la più recente giurisprudenza della S.C. di Cassazione (sent. n. 16958/2012) l’affidamento ad un commercialista del mandato a trasmettere per via telematica la dichiarazione dei redditi alla competente Agenzia delle Entrate (tale è l’assunto difensivo del ricorrente) – ai sensi dell’art. 3, co.  8, D.P.R. n. 322/1988, come modificato dal D.P.R. n. 435/2001 – non esonera il soggetto obbligato alla dichiarazione dei redditi a vigilare affinché tale mandato sia puntualmente adempiuto (conforme sez. III, 29 ottobre 2009, n. 9163).

Come già detto la responsabilità del professionista ex artt. 1176, 2236 c.c. è circo scritta, nei casi di consulenza/gestione su problemi tecnici di particolare difficoltà, per cui occorrerà verificare se determinate attività affidategli siano tali; una fattispecie del genere si può rinvenire nelle c.d. attività connesse con i c.d. studi di settore ove peraltro il consulente dovrà da un lato assistere efficacemente il cliente – in base anche ai dettami deontologici oltre che a quelli della diligenza specifica nel settore – dall’altro concorrere a perseguire gli scopi dell’amministrazione che lo responsabilizza direttamente.








COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.
NOTIZIE COLLEGATE
Volume ''Responsabilità civile del professionista'' (di R. Caminiti, G.Losco, P. Mariotti)


40 ore di lezioni registrate ed in aula virtuale

Il corso mira a fornire la preparazione necessaria a superare le prove di diritto dei concorsi per personale amministrativo (istruttori amministrativi, istruttori tecnici, ecc..).  E' progettato secondo tre di ...

Avv. Marta Buffoni

diritto e responsabilità civile: DIRITTO DEL CONSUMO, tutela delle persone e della famiglia, successioni e donazioni, obbligazioni, contratti titpici e atipici, assicurazioni; locazione e condominio; diritto della circolazione stradale etc...


Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso Agenzia delle Entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri codice della strada Codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto Balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva Italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli equitalia esame esame avvocato Esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria milleproroghe ne bis in idem ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per Cassazione riforma forense riforma fornero sentenza Franzese sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame tribunali usucapione usura