ricorda
Non sei registrato?
Registrati ora
Il tuo carrello
Totale : € 0,00
Dottorato:aspettativa retribuita al pubblico dipendente anche a tempo determinato
Tribunale di Caltagirone, ordinanza 11.05.2004
"L'ordinanza cautelare in questione segna un primo e significativo passo interpretativo nella questione dell’estensione del beneficio della conservazione della retribuzione per il pubblico dipendente, che sia a tempo determinato (nella fattispecie docente supplente con incarico annuale del CSA) e che sia contemporaneamente titolare di dottorato di ricerca senza borsa di studio.

Viene fatta definitiva chiarezza circa il portato innovativo della norma contenuta nella Finanziaria 2002 (L. 448/2001 art. 52 comma 57), la quale, riferendosi genericamente a tutti i pubblici dipendenti, sancisce implicitamente l’estensione anche ai predetti dipendenti a t.d. del beneficio della conservazione piena della retribuzione, dissolvendo, così, i dubbi interpretativi che avevano attanagliato la P.A. arroccatasi per lo più nella posizione di limitare il predetto beneficio solo in capo ai dipendenti di ruolo.

Il Giudice del Lavoro nella pronuncia in esame, verificata la piena equiparazione tra docenti di ruolo e docenti supplenti anche alla luce del nuovo CCNL comparto Scuola del 24/07/2003 artt. 18 e 19, conclude richiamando – anche in capo alla docente supplente ricorrente – la ratio del favor prestatoris che viene rintracciata quale ispiratrice della normativa in materia di dottorato di ricerca senza borse di studio e contemporaneo diritto alla conservazione della retribuzione.

L'ordinanza di accoglimento delle ragioni fatte valere col ricorso cautelare da comunque conto di un'ampia argomentazione di stretto diritto, che ben può rappresentare un indirizzo da seguire soprattutto per le Amministrazioni chiamate alla concessione del beneficio indicato dalla Legge Finanziaria 2002".

 

(Altalex, 17 giugno 2004. Nota a cura dell'Avv. Salvatore Spataro del foro di Catania)






Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Caltagirone, dott. Alessandro dal Torrione in data 11/05/2004 ha emesso la seguente Ordinanza nella causa iscritta al n. RG n.103/2004

TRA C.F., ricorrente rappresentata e difesa dall’Avv. Salvatore Spataro per mandato a margine del ricorso ex art.700 C.p.c.

CONTRO l’I.T.C. “Arcoleo” di Caltagirone, in persona del Dirigente Scolastico in carica, resistente costituito ex art.417 bis C.p.C.

E NEI CONFRONTI del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento Provinciale – Direzione Provinciale dei Servizi Vari e del Tesoro di Catania, in persona del legale rappresentante in carica, resistente non costiutito:


Il Giudice,

  • Sciogliendo la riserva;

  • Ritenuto che il ricorso presentato da C. F. sia accoglibile, ed invero:

  • Rilevato che la legge 28/12/2001 n.448, art.52 comma 57 – che ha in parte integrato la legge n.476/1984 in materia di borse di studio e dottorato di ricerca nelle Università – ha stabilito che “ in caso di ammissione per corsi di dottorato di ricerca senza borse di studio” (ed è questo il caso della ricorrente) “l’interessato in aspettativa conserva il trattamento economico, previdenziale e di quiescenza in godimento parte dell’amministrazione pubblica presso la quale è instaurato il rapporto di lavoro”;

  • Rilevato che la ratio della norma di cui sopra è chiaramente quella di costituire un favor per il dipendente ammesso a corsi di ricerca e studio, garantendogli non soltanto la conservazione del posto di lavoro già occupato, ma anche un trattamento retributivo in caso di oggettivo non percepimento di altro sostegno economico;

  • Ritenuto che la norma in esame debba ritenersi applicabile non solo ai rapporti di lavoro a tempo indeterminato (insegnanti di ruolo), ma anche ai docenti assunti con contratto a tempo determinato (supplenti, come nel caso della ricorrente), dal momento che la vigente normativa non prevede in alcun modo una tale distinzione, basandosi come visto sul principio di favor per il dipendente ammesso a corsi di ricerca e non ravvisandosi al contrario alcuna ratio - né giuridica né logica – per porre il docente a tempo determinato in una condizione più sfavorevole rispetto all’insegnante di ruolo; né una tale ratio è stata individuata dall’Istituto Tecnico resistente, il quale sul punto si è limitato a sostenere far rilevare che “non risulta espressamente previsto che tale beneficio possa essere esteso ai docenti assunti con contratto a tempo determinato”;

  • Ritenuto pertanto che sussista il fumus della pretesa fatta valere dalla ricorrente;

  • Ritenuto altresì sussistente il requisito del periculum in mora, condividendosi le ragioni espresse al riguardo dal ricorrente, ragioni da intendersi qui richiamate e trascritte;

  • Ritenuto di conseguenza che debbano essere nella specie disapplicati il decreto datato 6/10/03 dal Dirigente Scolastico dell’I.T.C. “Arcoleo” di Caltagirone (nella parte in cui dispone che per il periodo dal 6/10/03 al 30/06/04 alla ricorrente non compete alcun assegno) nonché il “provvedimento di addebito di credito erariale” datato 10/12/03 emesso dalla Direzione Provinciale dei Servizi Vari di Catania nei confronti della ricorrente;

PQM

  • Accoglie il ricorso e per l’effetto – previa disapplicazione dei due provvedimenti di cui alla parte motiva – dispone che l’I.T.C. “G. Arcoleo” di Caltagirone ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento Provinciale – Direzione Provinciale dei Servizi Vari e del Tesoro di Catania, corrisponda la retribuzione contrattualmente dovuta a C. F. per il periodo dal 6/10/03 al 30/06/04, a titolo di aspettativa retribuita per motivi di studio (dottorato di ricerca);

  • Fissa il termine perentorio di giorni 30 dalla comunicazione della presente ordinanza per l’inizio del giudizio di merito .

Si Comunichi

Caltagirone, 11/05/2004

Il Giudice

Dott. Alessandro Dal Torrione


Avv. Andrea Rossi, Cultore Diritto Privato Università

DOMICILIAZIONE - DOMICILIATARIO presso il TRIBUNALE di ROVIGO, di ADRIA, di ESTE, UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI ROVIGO, di ADRIA, di LENDINARA e di FICAROLO.


COLLABORA
Partecipa attivamente alla crescita del web giuridico: consulta le modalitˆ per collaborare ad Altalex . Inviaci segnalazioni, provvedimenti di interesse, decisioni, commenti, articoli, e suggerimenti: ogni prezioso contributo sarˆ esaminato dalla redazione.

Seminario online di aggiornamento professionale, accreditato 4 ore CNF

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all’Avvocato una preparazione di base in vista dell’imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. L'intero percorso formativo &egr ...

Segnalazioni Editoriali
Reati contro la donna. Excursus normativo (Sconto 10%) Avv. Simone Marani € 32,00 € 28,80
La violenza sulle donne è un fenomeno idoneo ad integrare differenti ipotesi delittuose, tutte accomunate dal fatto...

Calcolo danno macrolesioni con le tabelle dei principali Tribunali italiani

Milano-Roma 2013
abbinamento accertamento tecnico preventivo affidamento condiviso agenzia delle entrate amministratore di condominio anatocismo appello appello incidentale arresti domiciliari assegno di mantenimento assegno divorzile atto di precetto autovelox avvocato bando di concorso carceri cartella esattoriale certificato di agibilità Codice della Strada codice deontologico forense codice penale codice procedura civile cognome collegato lavoro comodato compensi professionali concorso in magistratura concussione condominio contratto preliminare Contributo unificato convivenza more uxorio danno biologico danno morale Decreto decreto balduzzi decreto del fare decreto ingiuntivo decreto salva italia demansionamento difesa d'ufficio dipendenti non agricoli diritto all'oblio Equitalia esame esame avvocato esame di avvocato falso ideologico fermo amministrativo figli legittimi figli naturali figlio maggiorenne filtro in appello fondo patrimoniale Gazzetta Ufficiale geografia giudiziaria giudice di pace giudici ausiliari giudici di pace giustizia guida in stato di ebbrezza indennizzo diretto Inps insidia stradale interessi legali ipoteca legge di stabilità legge Pinto lieve entità mansioni superiori mediazione civile mediazione obbligatoria messa alla prova milleproroghe ne bis in idem negoziazione assistita occupazione abusiva oltraggio a pubblico ufficiale omesso versamento ordinanza-ingiunzione overruling parametri forensi parere civile parere penale pedone precetto processo civile processo civile telematico processo telematico procura alle liti provvigione pubblica amministrazione querela di falso responsabilità medica riassunzione ricorso per Cassazione riforma della giustizia riforma forense riforma fornero sblocca Italia sciopero semplificazione fiscale sentenza Franzese sequestro conservativo sfratti silenzio assenso soluzioni proposte sospensione della patente sospensione feriale spending review stalking tabella tabelle millesimali tariffe forensi tassi usurari tracce di esame Tribunali tulps usucapione usura